Dnipro-Inter 0-1, Mazzarri: "Vittoria importante, bella prestazione"

E’ un Mazzarri soddisfatto quello che si presenta in conferenza stampa dopo Dnipro-Inter. Lo 0-1 firmato da D’Ambrosio ha regalato i primi tre punti europei alla sua squadra che può guardare con fiducia al futuro nella seconda manifestazione continentale per club. Mazzarri si presenta così davanti ai giornalisti: “Abbiamo fatto una bellissima gara. Noi non abbiamo concesso quasi niente contro una squadra tosta. Posso dire di essere contento. Nel finale avremmo dovuto fare più attenzione. Ora testa al Palermo. Abbiamo creato sempre dei pericoli e nel secondo tempo avremmo anche potuto segnare di più e chiudere la partita. Sapevamo che sarebbero andati e mille all’ora e che non ci avrebbero dato spazio. Abbiamo impostato la gara in un certo modo e avevamo anche alcuni ragazzi che erano all’esordio in Europa. Alcuni, poi, erano alla prima gara da 90′. Ci siamo sciolti ed abbiamo fatto sempre meglio”.

Il successo contro il Dnipro assume valore significativo per la qualità dell’avversario: “Vittoria importante? Sì, molto. Qui non sarà facile per nessuno vincere con una squadra che sta facendo bene in campionato. Mi ha fatto piacere giocare una buona partita, anche perché abbiamo cambiato molto in formazione e questa è la dimostrazione che abbiamo una buona rosa”.

Lo 0-1 di Dnipro-Inter viene analizzato anche tatticamente da Mazzarri al termine della gara: “Non abbiamo perso una sola palla, e siamo riusciti a concretizzare il vantaggio. Non abbiamo sfruttato tutte le occasioni avute, ma alla fine siamo stati capaci di costruire una vittoria. E’ andato tutto bene, ora possiamo sentirci più sicuri e andare avanti. Anche se non è possiblie trarre conclusioni di largo raggio dopo una sola partita, perché il Dnipro è una formazione di grande qualità. Ho visto due Inter diverse, durante la partita i ragazzi sono cresciuti, come spesso succede in partite così”.

TUTTO SU DNIPRO-INTER

Leggi anche–> Dnipro-Inter 0-1, D’Ambrosio: “Il gol più importante della mia carriera”