Dnipro-Inter a Kiev, Zanetti: "Qui nacque il Triplete"

Dnipro-Inter si giocherà da Kiev e l’Inter riparte in Europa proprio dove nacque il Triplete. Sono passati ormai 5 anni da quella sera di novembre del 2009, quando gli uomini allenati da José Mourinho iniziarono l’impresa che li avrebbe portati sul tetto d’Europa, con il lieto fine di Madrid. In un’intervista a Tuttosport, Javier Zanetti ripercorre l’avventura che lo ha visto protagonista con la fascia da capitano al braccio. Secondo le parole di Pupi, il Triplete dello Special One iniziò proprio quella sera, a Kiev, nella gara contro la Dinamo valida per il passaggio del turno.

Così l’ex capitano, ora in veste di vicepresidente della società, racconta come quella partita segnò la svolta dell’intera stagione: “Prima della partita, José ha attaccato ai muri dello spogliatoio la classifica del girone senza avere nemmeno il bisogno di dirci nulla: bastava guardarla, per rendersi conto che eravamo quasi fuori e che quella sarebbe stata la partita della vita”.

Mourinho

Riordinando i ricordi di quella sera, l’Inter partì con il piede sbagliato, andò sotto con la rete di Shevchenko. Zanetti ricorda: “Mourinho, senza perdere un attimo ci disse: ‘Siamo fuori: ora rischio il tutto per tutto’. Tolse Cambiasso e Chivu per mettere Thiago Motta e Balotelli poi, a dieci minuti dalla fine, mise pure Muntari per Samuel e mi disse di fare il centrale, visto che in campo era rimasto un unico difensore, ovvero Lucio”. Negli ultimi minuti di quella partita, l’Inter riuscì a cambiare le sorti di una stagione che avrebbe altrimenti portato all’ennesima delusione del club allora guidato da Moratti.

A sei minuti dalla fine arrivò il pareggio di Diego Milito e nel recupero l’Inter passò in vantaggio con la rete decisiva di Sneijder. “Capimmo che avremmo potuto fare qualcosa di importante” afferma Zanetti a 5 anni di distanza da quella sera, sottolineando l’importanza psicologica che ebbe quella vittoria sul resto della stagione.

Oggi come allora, l’Inter si presenta a Kiev con la voglia di vincere e di tornare a contare in Europa. La società, l’allenatore il gruppo è cambiato; la sfida vedrà i nerazzurri contro la Dnipro e non con la Dinamo, ma Zanetti spera che Kiev, così come nel 2009, possa essere l’inizio di una nuova pagina da scrivere nella storia dei trionfi dell’Inter.

TUTTO SU DNIPRO-INTER

Leggi anche–> Dnipro-Inter, Mazzarri: “In campo per vincere”

Leggi anche–> Dnipro-Inter, probabili formazioni