Donnarumma, il Milan vuole il rinnovo del contratto alle proprie condizioni

Sembrano lontani i tempi dei “litigi” tra Gigio Donnarumma e la (precedente) dirigenza del Milan, che portarono a numerose frizioni con l’agente Raiola che tutt’ora cura gli interessi del talentuoso portiere campano.

La situazione con il tempo si è rasserenata e il Milan vuole rinnovare il contratto del proprio giovane portiere, che attualmente è in scadenza nel 2021, e percepisce 6 milioni all’anno, cifra decisa ai tempi per “tenere buono” Raiola e allontanare le altre squadre.
Tuttavia l’attuale dirigenza vorrebbe si prolungare l’accordo fino al 2024 ma offrendo una somma annuale più bassa (si parla di 4 milioni) così da poter “spalmare” l’oneroso ingaggio su più annate, soluzione che non è gradita affatto dal procuratore che invece propende per un aumento di ingaggio.