Empoli-Milan, Inzaghi: “Trasferta insidiosa”

Il Milan si prepara ad affrontare questa sera l’Empoli. L’obiettivo dei rossoneri è tornare a vincere dopo la sconfitta subita in casa contro la Juventus, ma mister Inzaghi sa che la trasferta allo stadio Castellani non sarà semplice: “Sarà una partita difficile, perché l’Empoli viene da tre ottime gare. Non meritava di perdere contro la Roma, a Udine hanno fatto un buon gioco per 60 minuti e sabato ho visto una squadra molto organizzata”.

Il tecnico del Milan torna a parlare della sconfitta subita in casa contro la Juventus e delle dichiarazioni del presidente Berlusconi: “Le parole del presidente non vanno commentate. Anche io mi auguravo di poter regalare al presidente e ai tifosi una vittoria, ma giocarsela alla pari con la Juventus non era possibile”, tuttavia il rapporto con il patron rossonero resta ottimo: “Ho parlato con il presidente, il morale resta altissimo”.

Tornando alla partita contro l’Empoli, mister Inzaghi dà qualche spunto riguardante la formazione: “Verificheremo le condizioni dei calciatori reduci dalla Juventus e farò le mie scelte. Torres e Van Ginkel sono carichi e pronti, qualche forza nuova potrebbe essere utile. Ho dato tempo a Van Ginkel di ambientarsi, vedremo se giocherà dal primo minuto”. In dubbio la presenza nell’undici titolare di Honda, non dà grosse indicazioni nemmeno sulla presenza di Torres: “Davanti schiererò chi ha maggiori energie. Se Honda avrà recuperato giocherà altrimenti si accomoderà in panchina con me. Ho 7 attaccanti e l’imbarazzo della scelta. Torres è un attaccante puro come Pazzini. Se  la squadra avesse più certezze potrei pensare di far giocare più attaccanti”.

TUTTE LE NOTIZIE SU EMPOLI-MILAN

Leggi anche: