Esultanze strane: fa gol e poi rompe la panchina con la testa (Video)

Il calcio molto spesso sa regalare emozioni difficili da contenere e gestire e lo dimostrano in svariate circostanze anche le esultanze degli atleti dopo aver realizzato un gol: alle tante celebrazioni che seguono ad un gol, tra le più bizzarre, si aggiunge certamente quella vista domenica scorsa in occasione della gara di Seconda Categoria romagnola tra Riolo Terme e Polisportiva Ponticelli. In occasione della sfida tra le due squadre si è vista una esultanza davvero pericolosa ma anche particolarmente bizzarra di un calciatore del Riolo Terme, formazione ravennate.

Dopo il gol, anche bello dal punto di vista tecnico, il calciatore della squadra locale decide di andare ad esultare con la panchina, ma prima va a rompere con la testa una barriera di plastica presente vicino alla panchina dove erano i compagni: chiaramente ha suscitato non poche domande il perché di un’esultanza così pericolosa per sé stesso, e per giunta ha anche dovuto rimediare l’espulsione dell’arbitro che non gli ha perdonato il gesto.

In Emilia Romagna molti parlano di lui ormai e si chiedono se era il caso espellerlo visto che il regolamento ufficiale degli arbitri non lo prevede: nota curiosa, l’arbitro in questione è Alexandru Cudret, finito agli onori della cronaca per un libro dal titolo “Messi? No, preferisco Rizzoli” che si è anche aggiudicato il premio Pirazzini, per gli autori emergenti.

Ecco il VIDEO dell’accaduto nella sfida di domenica scorsa:

Leggi anche -> Torneo di Viareggio: Milan ai quarti di finale

Leggi anche -> CLAMOROSO: un acquisto di gennaio fuori dai progetti di Seedorf?

Leggi anche -> El Shaarawy ci siamo: ecco quando tornerà il Faraone