Ex di turno: Andrea Barzagli, cresciuto nel Chievo ed esploso nella Juventus

Quando la Juventus lo acquistò nel 2011 dal Wolsfburg per un totale di novecento mila euro (compresi i bonus), nessuno avrebbe pensato che in poco tempo sarebbe diventato un pilastro difensivo della Vecchia Signora e della Nazionale Italiana. Andrea Barzagli, di origini fiorentine, è cresciuto nel vivaio della Rondinelle prima e della Pistoiese poi. Il salto di qualità però lo ha fatto grazie al Chievo che lo fece esordire a ventidue anni in Serie A, diventando subito titolare.

Viene così acquistato dal Palermo dove diventa a tutti gli effetti uno dei giovani più promettenti del nostro campionato, esordisce nelle coppe europee segnando anche un gol. Quando la squadra tedesca gli propone il contratto, il giocatore di Fiesole non può rifiutare e nella prima stagione vince la Bundesliga.

Quando sei arrivato in cima puoi solo scendere” diceva il protagonista di una famosa serie televisiva ed è stato così per Barzagli, che dopo la Bundesliga ha dovuto subire il fallimento della squadra tedesca.

La Juventus allora, sfruttando la sua svalutazione, lo acquista e gli da subito fiducia, che verrà poi ripagata nel migliore dei modi. Oggi Andrea Barzagli conta più di cento presenze con la maglia juventina e grazie alla squadra bianconera ha riconquistato anche la maglia della Nazionale. E’ uno dei difensori più forti d’Italia ed è tra i più apprezzati dalla tifoseria bianconera.

Ecco una foto di Andrea Barzagli ai tempi della sua esperienza clivense:

Andrea Barzagli Chievoverona