Fallimento Parma, perquisizioni nelle case dei dirigenti

Sembra non avere fine la triste storia che si sta scrivendo sul Parma calcio difatti questa mattina la Guardia di Finanza si è recata a far visita per delle perquisizioni negli uffici della società, al centro sportivo di Collecchio e allo stadio Tardini. Tale disonorevole visita è toccata anche a l’ex presidente della società ducale Tommaso Ghirardi e all’ex amministratore delegato Pietro Leonardi  difatti la pm Paola Dal Monte (colei che è la titolare  del fascicolo per bancarotta fraudolenta) sta indagando i due proprio per questo capo d’accusa.

Dalle notizie che circolano gli agenti delle Fiamme Gialle avrebbero sequestrato vari documenti e materiale informatico, mentre almeno per ora sembrerebbero esclusi ulteriori provvedimenti. Il blitz tenutosi durante questa mattinata è avvenuto poche ore dopo che il Tribunale Civile di  Parma ha dichiarato il fallimento del club, il quale è affidato momentaneamente ai curatori fallimentari:  Angelo Anedda e Alberto Guiotto.

L’ex presidente Ghirardi ha avuto due visite, difatti la Guardia di Finanza oltre ad aver perquisito la sua abitazione di Carpenedolo (Brescia) sempre sul luogo si sono recati anche negli uffici dell’azienda di famiglia. A Parma invece oltre che quella di Leonardi sono state perquisite anche le case di altri ex dirigenti e dipendenti del club crociato.

Leggi anche: