Galliani, addio Milan: "Ho ricevuto un grave danno alla mia reputazione"

Siamo oramai giunti ai titoli di coda nella storia d'”amore” tra Adriano Galliani e la società Milan. Come si era già intuito nelle settimane passate, il terremoto dirigenziale non risparmierà di certo l’attuale a.d. rossonero che, in maniera un pò seccata, ha annunciato di voler lasciare il club già nelle prossime settimane, forse dopo il prossimo match di Champions League tra una settimana.

Ecco la sua intervista completa riportata dall’Ansa: “Con o senza accordo sulla buonuscita, mi dimetterò per giusta causa fra pochi giorni, forse aspetto la partita di Champions contro l’Ajax. Ho ricevuto un grave danno alla mia reputazioneNon ho voluto disturbare il presidente ma il mio affetto per lui rimarrà immutato e immutabile. Sono d’accordo sul cambio generazionale ma va fatto con eleganza, non in questo modo“.

Ha quindi poi continuato, rincarando la dose: “Dimettermi prima della partita con l’Ajax sembrerebbe un atto ostile verso la squadra per cui tiferò tutta la vita. Si è detto che il Milan spende male e non ha una rete di osservatori come Roma e Fiorentina ma la Roma negli ultimi 5 anni è andata in Champions una volta e la Fiorentina mai. Il Milan – ha continuato – ha da due anni il bilancio in pareggio, altre società hanno montagne di debiti. L’anno scorso tutte le nostre squadre giovanili sono andate alle Final four“.

galliani berlusconi

E quindi che ne sarà del suo futuro? “Per adesso non accetto nulla da nessuno – ha detto l’a.d. rossonero – quando si è offesi bisogna avere la forza e l’intelligenza di far passare un po’ di tempo: bisogna essere lucidi per prendere decisioni“.

Leggi anche –> Galliani: “Mi dimetto dopo l’Ajax”

Leggi anche –> Celtic-Milan, 0-3: i gol e gli highlights

Leggi anche –> Sogliano possibile sostituto di Braida?