Galliani lascia il Milan: "Me ne vado dopo l'Ajax"

Il Milan è pronto a chiudere davvero una era vincente e ricca di grandi acquisti, seppur negli ultimi anni con un budget davvero molto risicato: Adriano Galliani tra un paio di settimane non sarà più amministratore delegato del Milan e non avrà alcun ruolo nella società rossonera.

Il dirigente brianzolo, da ben 27 anni in seno alla dirigenza rossonera, è pronto a dire addio dopo le recenti parole di Barbara Berlusconi che non ha lasciato spazio a repliche in merito al cambio dirigenziale e al ringiovanimento. “Capisco il ricambio dirigenziale, ma va fatto anche in un certo stile” dichiara Adriano Galliani che poi ribadisce all’ANSA : “Lascerò a breve il Milan, forse aspetterò la sfida contro l’Ajax, al di là dell’accordo sulla buonuscita”. Dunque ora arriva anche quella che si può definire vera e propria ufficialità per un dirigente che ha dato tanto al Milan.

Si parla di una buonuscita di ben 50 milioni di euro che chiaramente il Milan non è disposto a pagare per intero, ma certamente si può parlare di un vero e proprio terremoto, anche considerando che il mercato di gennaio è alle porte e i rossoneri potrebbero ritrovarsi a non avere un uomo mercato utile per rinforzare una rosa che ha bisogno di alcuni calciatori in determinati reparti, mai come quest anno.

Nessuna possibilità che il dirigente resti in rossonero poiché anche il patron Silvio Berlusconi ha preferito non esprimersi sulla vicenda, mantenendo un silenzio che ha forse peggiorato le cose, anche se considerando i problemi politici dell’ex Premier si può ben capire a cosa sia dovuto

Leggi anche -> Cessioni Milan: vicino all’addio il baby…

Leggi anche -> Milan, Birsa si scopre tiratore dei rossoneri

Leggi anche -> Europa League: ecco i gol della Lazio a Varsavia (Video)