Gazzetta dello Sport: Conte insoddisfatto per le date 2015-2016, pensa alle dimissioni

Ieri la Lega di Serie A ha deciso le date della stagione 2015-2016, attese sopratutto dal commissario tecnico della Nazionale Antonio Conte, che aveva chiesto la chiusura anticipata del campionato a metà maggio in vista degli Europei in Francia di giugno 2016. L’ex allenatore della Juventus è stato accontentato, ma solo in parte, e secondo la Gazzetta dello Sport, starebbe addirittura pensando alle dimissioni. Cerchiamo di capire il perchè, analizzando bene le date della prossima stagione.

Il campionato si aprirà sabato 22 agosto, una settimana in anticipo rispetto a quest’anno, ma Conte avrebbe preferito la partenza ulteriormente anticipata, a Ferragosto. Il termine del campionato è previsto per il 15 maggio, e su questo Conte è stato accontentato. Tuttavia, non è stato decisa la data della finale di Coppa Italia, che potrebbe essere sabato 21 maggio, in linea con gli altri Paesi Europei, ma probabilmente troppo in là per il ct, che non gradirebbe questa incertezza.

Incertezza anche sulla Supercoppa Italiana: è stata fissata per sabato 8 agosto, ma potrebbe essere posticipata di una settimana se una della due squadre impegnate nella finale fosse impegnata nella Supercoppa Europea o nel terzo turno preliminare di Europa League. C’è poi sempre la questione degli stage, particolarmente cara al Ct ma su cui i club sono molto ostili: Conte ha avuto rassicurazioni da Tavecchio, ma il punto interrogativo è d’obbligo.

Per tutti questi motivi, secondo la Gazzetta, Conte si sentirebbe tradito e potrebbe iniziare un graduale disimpegno dal ruolo, con la rinuncia agli stage e ai vari appelli per “il bene comune del calcio italiano” che ha lanciato in questi mesi, per poi accettare l’offerta di una big europea, nel caso arrivasse una chiamata importante.

Leggi anche: Nazionale, niente stage. Conte: “Sarebbero stati inutili”

Leggi anche: Consiglio di Lega, vince la Juventus: niente stage in Nazionale per chi gioca in Europa