Giocatori Milan in Prestito: il Montpellier scarica Mbaye Niang

È un talento incatenato quello di Mbaye Niag in prestito al Montpellier. Il ragazzo diciannovenne spedito in Francia per giocare con più continuità ha fatto parlare di se ma non per il suo talento, fin qui rimasto una grande incognita per il Milan, ed in generale per il calcio francese che tante speranze riponeva in lui.

Il giovane francese ha segnato qualche goal, più su rigore che su azione e recentemente ha fatto parlare di sé per l’incidente con la sua Ferrari. Il suo allenatore Courbis ha provato a difenderlo più volte sottolineando anche il fatto che sbagliò ad andare in una squadra come il Milan cosi giovane. Recentemente però, a causa anche del menzionato incidente automobilistico, sembra che il giovane non trovi più spazio neanche nella modesta squadra del Montpellier seccato dalle sue prestazioni sottotono e della sua vita fuori dal campo.

E a confermare ciò proprio il tecnico dei francesi che, a margine dell’ultimo incontro di campionato ammette: “Niang? Io penso che l’errore enorme è stato fatto nel farlo passare dal Caen al Milan subito, un po’ come passare direttamente dall’asilo all’università, quando parliamo di un giocatore che sta ancora imparando l’alfabeto”. Parole dunque che non lasciano spazio a repliche e che soprattutto fanno pensare ad un addio a giugno senza possibilità di conferma, anche per via del rendimento basso.

“Se avessi in squadra gente come Falcao, Ibrahimovic o Cavani certo non starei ancora ad educare uno come Niang, ma fino a giugno lui sarà con noi, dopodicché non possiamo pensare altro e lo continuerò a difendere di fronte agli attacchi della stampa”, chiude il tecnico Courbis. I tifosi rossoneri non dimenticano il palo clamoroso contro il Barcellona nella gara di Champions ma in loro, e in tutti gli amanti del calcio, c’è la speranza che questo giovane talentuoso non si perda e non butti via il suo talento ancora inespresso.

Leggi anche -> Milan, ecco i convocati di Inzaghi per la Youth League

Leggi anche -> Galliani dice la sua sulla questione club più titolato al mondo