Giovani Inter, Samaden: "Thohir valorizzerà il vivaio"

In casa Inter c’è aria di rivoluzione grazie all’arrivo del nuovo presidente Erick Thohir. Proprio in questi giorni, infatti, il magnate ed affarista indonesiano ha voluto osservare da vicino come il mondo nerazzurro operi, in ogni sua parte senza tralasciare nulla. Molta attenzione, sarà prestata verso le giovanili alle quali, Thohir, ha dimostrato di tenerci particolarmente viste anche le parole dei giorni scorsi. Non è mancato poi una sua visita al centro “Giacinto Facchetti” dove ha potuto conoscere tutti i responsabili del settore, nonché i ragazzi stessi.

Della visita, è stato contento soprattutto Roberto Samaden, responsabile del settore giovanile neroazzurro, che, ai microfoni di Sky Sport, ha così commentato: “E’ stata una visita molto gradita, ha dimostrato grande sostegno e gratitudine verso tutti i componenti dello staff tecnico ricordato quanto sia importante il nostro lavoro e la responsabilità che abbiamo nel formare buoni giocatori. Credo che lui sia molto attento e dia molta importanza ai giovani, cercando di dare quella continuità al progetto iniziato brillantemente da Massimo Moratti. Per competenza, signorilità e naturalità nel metterti a proprio agio li vedo anche molto simili, credo sia stato anche un fattore importante per permettere la loro unione di forze e idee per il futuro“.

Giovani Inter

Una persona come lui, dalla così grande esperienza, si è poi soffermato sulle difficoltà d’investire sui giovani visto che le pressioni sono sempre molto alte e non è così facile emergere: “E’ un passaggio spesso troppo grande e difficile da affrontare fisicamente e mentalmente per un giovanissimo calciatore. La pressione e l’impatto mediatico al quale è sottoposto qualsiasi giocatore dell’Inter è troppo delicato e difficile da gestire se non si hanno delle esperienze pregresse alle spalle. Ecco perché l’idea è quella di valorizzare sempre più i nostri giovani per farli arrivare preparati mentalmente ai primi ostacoli delle prime squadre“.

Infine, il suo punto di vista sul cambio di proprietà e di cosa potrebbe succedere nei prossimi mesi: “L’arrivo di Thohir, come ha precisato anche Moratti, è un’opportunità in più per andare verso nuovi mondi e nuove idee che possono portare i nostri ragazzi a fare nuove esperienze. Tenendo sempre sotto controllo ogni situazione e avendo la possibilità di riportare alcuni di loro nella rosa della prima squadra qualora ci fossero tutte le premesse perché ciò avvenga. Per tutto l’ambiente nerazzurro e, in primis, per noi del settore giovanile che li abbiamo visti crescere sarebbe un grandissimo motivo d’orgoglio“.

Leggi anche –> Zanetti: “Thohir ha le idee chiare”

Leggi anche –> Thohir pensa ad un prestito dei giovani all’estero?

Leggi anche –> Thohir: “Puntiamo ad un vivaio di livello mondiale”