Giovani Talenti, quale futuro per Patrick Olsen?

All’inizio della preparazione estiva il suo destino era quello di andare in prestito, per fare esperienza e crescere, acquisire la giusta “faccia tosta” per giocarsi poi le proprie chance con l’Inter. Invece Patrick Olsen è rimasto ad allenarsi ad Appiano Gentile, per imparare direttamente dai campioni. Durante l’estate ha collezionato minuti importanti nella tournée americana, partendo titolare contro il Real Madrid. Questo inizio di Campionato non gli ha regalato alcun minuto in campo, ed addirittura in qualche partita non si è accomodato nemmeno in panchina.

Nato in Danimarca il 23 aprile 1994, rappresenta già il futuro della Nazionale: il giovane centrocampista ha disputato gli Europei in Serbia e il Mondiale in Messico con la maglia della Danimarca Under 17, divenendone il leader della linea mediana. Attualmente milita nella categoria Under 20, della quale è capitano. Per lui il mercato invernale potrebbe essere l’occasione per cambiare aria, in prestito ovviamente, visto che secondo gli addetti ai lavori si tratta di un giocatore di sicuro avvenire, c’è persino chi lo considera un potenziale campione. L’Inter non ha intenzione di privarsene definitivamente, solo di farlo maturare. 

Patrick Olsen

Ecco perché non è stata nemmeno ascoltata la proposta arrivata nella scorsa sessione di mercato da parte di Wenger, allenatore dell’Arsenal con il pallino di scoprire talenti da lanciare nel suo club e poi rivendere a prezzi esorbitanti (su tutti l’affare Fabregas). Sarebbe possibile invece una cessione a titolo temporaneo in Serie B nel nostro Campionato, precisamente al Brescia. Un’ipotesi che era già stata valutata ad Agosto quando fu proprio il giocatore a voler rimanere con Mazzarri per giocarsi le proprie chance. Potrebbe aver cambiato idea visti i zero minuti disputati finora: con Guarin, Taider, Cambiasso e Zanetti pronto al rientro spazio nel centrocampo per il giovane pare non essercene. Cinque mesi in prestito nella società di Corioni possono essere utili, in questo processo di crescita, per dimostrare il proprio valore.

Leggi anche–> Inter, i colpi di Gennaio

Leggi anche–> Giovani Inter, Barça sul portiere Bardi 

Leggi anche–> Che fine ha fatto Ruben Botta?