Giugliano-Volla, agguato alla squadra ospite: il video della vergogna

Scontri, violenze ed aggressioni. E’ così che finisce la gara tra Giugliano e Virtus Volla sul campo di Mugnano, con l’arbitro costretto a sospendere la gara, un magazziniere colto da malore, Aliyev con un vistoso taglio alla testa e con il commissario di campo aggredito e costretto al ricovero.

Se termina così la gara, però, non si placano le polemiche, sia dal punto di vista della presidenza del Giugliano che di quella del Virtus Volla. Sestile preannuncia ulteriori comunicati ma le probabilità che il Giugliano non veda più il terreno di gioco sono altissime. Urbano, presidente del Virtus Volla, invece, ci va giù duro, prendendosela anche con i militari designati per il servizio d’ordine e con chi ha ritenuto che per una gara così a rischio fossero sufficienti soltanto tre rappresentanti delle forze dell’ordine.

Tutto inizia sul finire del primo tempo quando i tifosi della squadra di casa aggrediscono la squadra ospite. Da lì è stato via via un crescendo fino al parapiglia, come mostrato nel video:

Leggi anche –> Giugliano-Volla, le parole dei presidenti