Guidolin lascia l’Udinese: addio a giugno, Mandorlini successore?

Qualcosa si è rotto ad Udine dove, fino a qualche stagione fa, era lecito guardare sempre alla parte sinistra della classifica e soprattutto alle prime posizioni: tra i tantissimi giovani che venivano ogni settimana inseriti in prima squadra ed un gioco che, al di là degli interpreti, sapeva diventare letale, la formazione friulana in poco tempo è diventata una delle belle “favole” della nostra serie A. Purtroppo quest’anno le cose non stanno andando benissimo e la formazione bianconera vuole trovare quei punti salvezza che permetterebbero un finale di stagione tranquillo.

Troppi dissapori negli ultimi mesi tra patron Pozzo e il tecnico Guidolin, due protagonisti di primo rilievo della bella storia dell’Udinese in massima serie: il ritiro dopo la gara contro il Cagliari non è stato mandato giù da tutti, aggiungendoci anche il morale basso di Muriel, su cui il presidente puntava tantissimo, l’incognita Di Natale (si ritira o no?) e la mancanza di giovani di primo livello, l’era Guidolin in Friuli potrebbe essere conclusa.

Infatti, al di là del finale di stagione che, salvo incredibili capovolgimenti, dovrebbe comunque vedere l’Udinese salva, il tecnico sarà sollevato a fine campionato: contratto in scadenza 2017 che verrà rescisso e ripartirà il progetto giovani con un nuovo allenatore. Ancora nessuna certezza sui nomi, ma già da qualche mese patron Pozzo sembra stia lavorando e sondando il terreno per portare in Friuli, Andrea Mandorlini, che sta facendo grandi cose con il Verona, ad un passo dall’Europa League.

Leggi anche -> Serie B, Empoli-Avellino: ecco i gol dell’anticipo (VIDEO)

Leggi anche -> Calcio, ecco le PRIME PAGINE di oggi (8 marzo)