Highlights Salernitana-Crotone 0-2: sintesi e Tabellino (Serie B 2018-19)

Una doppietta di Simy trascina il Crotone a Salerno

Una doppietta di Simy illumina la notte del Crotone di Giovanni Stroppa in quel di Salerno. Una vittoria che permette ai calabresi di respirare e si sperare in una salvezza ora più vicina. Battuta d’arresto per la Salernitana, incapace di concretizzare il volume di gioco e le azioni create. Ma andiamo a vedere che cosa è accaduto all’Arechi Stadium di Salerno.

Sintesi della gara

Salernitana in campo con il 3-4-1-2. Gregucci conferma la coppia Jallow-Calaiò con André Anderson a supporto. A centrocampo Odjer è preferito a Minala. Calabresi, invece, in campo con il 3-5-2. Stroppa lancia dal primo minuto Nalini e Simy in attacco. A centrocampo Rohden, Brberis e Benali. Partenza ottima dei padroni di casa, al 3′ filtrante di Calaiò per Djavan Anderson, che di prima intenzione serve Jallow che a porta vuota insacca il pallone. Il direttore di gara, con la segnalazione dell’assistente, annulla la rete per fuorigioco. Al 10′ colpo di testa di Casasola, palla che accarezza la parte alta della traversa con Cordaz in traiettoria. Un minuto dopo, prima azione dei calabresi. Nalini addomestica di petto e serve Simy che colpisce di piattone destro e batte Micai. Vantaggio Crotone.

Prova a reagire la squadra di casa. Al 16′ cross di Lopez a centro area, Cordaz si allunga e blocca senza problemi. Al 25′ Calaiò riceve da Djavan Anderson e in verticale trova un corridoio geniale per Jallow che a tu per tu con Cordaz spara il pallone in tribuna. Alla mezz’ora, Casasola nella mischia in area batte Cordaz. Rete annullata per fuorigioco. Problemi muscolari per Nalini che lascia il campo, al suo posto Machach.

Al 33′ Jallow supera Curado sulla sinistra, poi scivola ma riesce a servire da terra Lopez. Benali in ripiegamento chiude sull’attaccante granata. Padroni di casa ancora in attacco. Al 34′ cross di Casasola dalla destra, Cordaz legge male il pallone ed esce a vuoto. Valietti interviene e salva su Lopez. Un minuto dopo, Di Tacchio la mette dentro rasoterra ma la difesa rossoblu fa ancora muro. Ancora Di Tacchio appena un minuto dopo, schiacciata di testa del calciatore granata che trova la pronta respinta di Cordaz. Al 39′ intervento superlativo di Micai che salva da pochi passi su una conclusione di Benali. Prima frazione di gara che si conclude con i pitagorici in vantaggio.

Secondo tempo

Ripresa che comincia con i calabresi in attacco. Al 51′ tacco smarcante di Machach per Simy che controlla, si defila ma alla fine si fa rubare palla da Casasola. Al 55′ colpo di testa di Machach per lo scatto di Simy, favorito da un liscio di Migliorini. Il nigeriano viene a trovarsi a tu per tu con Micai e con freddezza prima lo supera poi insacca la palla in rete. Raddoppio Crotone e doppietta per Simy. Risposta immediata dei locali, conclusione volante di Gigliotti sugli sviluppi di un piazzato. Cordaz si distende alla sua destra e chiude in corner. Al 62′ dagli sviluppi di un corner, colpo di testa di Casasola che però non riesce ad indirizzare verso la porta.

Gregucci manda in campo Orlando e Vuletich. Al 72′ super intervento di Cordaz che in allungo salva il risultato parando la conclusione del neo entrato Vuletich. All’80’ esce Jallow tra i fischi del proprio pubblico al suo posto Rosina. All’88’ assist di Simy per Machach che batte a rete. L’assistente alza la bandierina per off-side e annulla la rete.

Vittoria importante per il Crotone, terza in trasferta.  I calabresi agganciano il Foggia e il Venezia (impegnato questa sera contro il Palermo) a 26 punti. Occasione persa per i granata che restano a meno quattro lunghezze dai play-off.

Formazioni e Video Partita

SALERNITANA (3-4-1-2): Micai; Casasola, Migliorini, Gigliotti; D. Anderson (62′ Orlando), Odjer, Di Tacchio, Lopez; A. Anderson (71′ Vuletich); Calaiò, Jallow (80′ Rosina). Allenatore: Angelo Gregucci.

CROTONE (3-5-2): Cordaz; Curado, Spolli, Golemic; Valietti, Barberis, Rohden, Benali, Tripaldelli (91′ Firenze); Nalini (26′ Machach), Simy. Allenatore: Giovanni Stroppa.