Honda-Milan, il giapponese è rinato

Il Milan ha cambiato gestione e, sotto l’attenta guida di Filippo Inzaghi, emerge un nuovo Keisuke Honda. Il nipponico giunto dal Cska durante il mercato di riparazione dello scorso gennaio non è riuscito ad integrarsi al meglio nel calcio italiano generando un totale malcontento tra i tifosi che ha portato a considerare il suo acquisto come una furba operazione di marketing o poco più. La smentita doveva e poteva arrivare dal campo ma, sotto la gestione Seedorf, ciò non è avvenuto e al termine del campionato il centrocampista offensivo veniva considerato un vero e proprio flop.

Pippo Inzaghi, però, non ha dato molto peso alle voci sentite e ai dati dello scorso campionato. Ha deciso di far ripartire tutto da zero e valutare di persona e sulla base del lavoro svolto in ritiro e durante gli allenamenti i propri giocatori, Honda compreso. Il neo-tecnico del Milan ha quindi deciso di dar fiducia al Samurai, fiducia che al momento sembra esser stata ripagata nel migliore dei modi. Honda, schierato titolare in Milan-Lazio, è subito andato a segno aprendo le marcature del match e ha offerto una buona prestazione. E’ opportuno ricordare che già nel corso delle varie amichevoli estive il giocatore aveva ben convinto SuperPippo.

A cosa è dovuta questa rinascita è presto detto. Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, Honda pare essersi sottoposto, negli scorsi mesi, a un intervento utile a sistemare alcuni valori alterati e che gli causavano una eccessiva stanchezza. Adesso spende gran parte del suo tempo a Milanello tra allenamenti ed esercizi. Intervento e Milanello a parte, Honda ha preso possesso della sua nuova vita: ha fatto di Milano la sua nuova città acquistando un appartamento nel quale vive con la moglie e il figlio, imparato l’italiano e persino assunto un autista, lo stesso che ha ingaggiato Beckam durante il suo trascorso rossonero. Cambiamenti importanti che pare possano essere utili anche al Milan.

Leggi anche: