I salatini fanno ingrassare? Ecco la risposta

C’è un evento speciale in ufficio oppure è il compleanno di uno dei tuoi figli e già immagini le vaschette di invitanti salatini che ti aspettano sulla tavola della festa. Ti stai già però riempiendo l’animo di sensi di colpa a causa della piccola eccezione che concederai alla tua solita dieta. Ma è proprio vero che i salatini fanno ingrassare? Ecco la risposta.

Salatini e nutrizione

I salatini sono prodotti da forno dalla consistenza friabile o croccante, generalmente ripieni di tonno, formaggio, wurstel o verdure. Vengono solitamente serviti in qualità di snack salati durante feste o aperitivi. Esistono diverse tipologie di salatini. I più conosciuti sono senza dubbio quelli commerciali e confezionati, il cui impasto è prevalentemente composto da farina di frumento lavorata con acqua, zucchero e sale. Vengono quindi fritti o cotti al forno e salati ulteriormente all’esterno. I salatini si possono anche preparare a casa con una base di pasta sfoglia. 

Per quanto riguarda le loro proprietà nutrizionali, possiamo dire che i salatini non sono propriamente i migliori elementi da inserire all’interno di una dieta salutare. Questi piccoli alimenti sono certamente irresistibili al gusto ma apportano all’organismo un elevato numero di calorie, che provengono dai grassi e dai carboidrati in essi presenti. Contengono inoltre quote molto alte di sodio, un elemento che può essere pericoloso per chi soffre di pressione alta e patologie cardiovascolari. 

I salatini hanno un elevato apporto calorico per l’organismo e una notevole scarsità di acqua. L’energia proviene da carboidrati, lipidi e proteine. I glucidi sono complessi, i peptidi a medio valore biologico e gli acidi grassi insaturi. Abbondano le fibre ma il fatto è dovuto alla carenza di acqua, caratteristica che enfatizza la concentrazione chimica degli altri componenti. I salatini contengono poi glutine e lattosio, dannosi per chi soffre di intolleranze alimentari.

I salatini sono sconsigliati all’interno della dieta di chi soffre di:

 

  • Ipertrigliceridemia;
  • Ipertensione arteriosa;
  • Celiachia;
  • Intolleranza al lattosio;
  • Sovrappeso;

 

  • Iperglicemia.

Quindi i salatini fanno ingrassare?

 

 

Con queste premesse dunque possiamo dire che i salatini fanno inevitabilmente ingrassare? Su questo punto bisogna fare chiarezza. Innanzitutto per definire in maniera esatta ed appropriata le calorie dei salatini è necessario esaminare attentamente le varie fasi inerenti la loro preparazione. Successivamente si deve tenere conto di una distinzione presente tra i differenti tipi di salatini che possiamo trovare sul mercato. Ogni prodotto ha la sua ricetta che, certamente, può variare così come può essere variabile il contenuto calorico.

Certo, come detto in precedenza, i salatini non sono propriamente indicati per una dieta salutare ma affermare che fanno ingrassare non è corretto. E’ soltanto necessario il loro inserimento consapevole all’interno di una dieta mediterranea, che contempla il consumo quotidiano dei carboidrati in differenti piccole quantità. La porzione media di salatini dovrebbe dunque corrispondere a pochi grammi, circa 20 in caso di spuntino.

Ricordiamo infine di evitare il consumo di salatini in caso di sofferenza da patologie del metabolismo.