Il latte di soia fa male alla tiroide? La risposta della medicina

Il latte di soia è la bevanda mattutina che possono bere coloro che soffrono di celiachia al posto del latte classico. In giro si leggono teorie secondo le quali il latte di soia faccia male alla tiroide e molte persone si pongono proprio questa domanda: Il latte di soia fa male alla tiroide?

La medicina tende a precisare che non c’è nessuna ricerca scientifica che certifichi il collegamento tra questo latte e i disturbi alla tiroide, quindi le teorie sono da considerarsi senza alcun fondamento.

Certamente, come sostengono i medici, il consumo di soia e quindi anche del latte di soia, sarebbe sconsigliato soprattutto per coloro che soffrono di “ipotiroidismo”, perché la soia e i prodotti a base di questo legume, a volte possono annullare l’effetto di alcuni farmaci per la tiroide.

Nonostante questa correlazione non si può assolutamente affermare che il latte di soia possa essere la causa di disturbi alla tiroide, ma si consiglia solo un uso moderato per evitare eventuali disturbi.

Va ricordato che questo latte è ricco di proprietà benefiche per il nostro organismo, infatti è ricco di: calcio, ferro, potassio, fosforo, magnesio, vitamine e fibre.

Il latte di soia fa male alla tiroide? Un falso mito da sfatare

Il falso mito che indica il latte di soia come propulsore dei disturbi alla tiroide va dunque sfatato, perchè i molteplici studi effettuati per trovare una correlazione tra le due cose non ha portato a nessun risultato.

Molti sostengono che possa interagire con alcuni farmaci e bloccarne l’uso, ma al momento non è stato accertato alcuno studio che dimostri che il latte di soia sia dannoso per il funzionamento tiroideo. La soia è un legume che contiene diverse vitamine, come quelle del gruppo A, B, C, ma anche diverse fibre, amminoacidi, fosforo, magnesio e calcio.

Oltre a queste componenti utili per l’organismo contiene però anche i flavonoidi, che hanno un potere antiossidante. La loro struttura a quella degli ormoni femminili chiamati “estradioli” e in più i flavonoidi vengono chiamati anche “isoflavoni”, ed appartengono al gruppo dei fitoestrogeni. Proprio questi possono avere un certo effetto sulla tiroide, ma ciò non significa che bere latte di soia possa addirittura “far male alla tiroide”.

I consigli sul consumo di latte di soia

Per mettere tutti d’accordo la medicina consiglia un uso moderato del latte di soia, perchè è sempre meglio mantenere il giusto equilibrio con tutti i prodotti che contengono soia. Sembrerebbe infatti che gli isoflavoni potrebbero attivare alcuni ormoni della tiroide e quindi alternarne l’effetto, ma questo non è accertato.

Quello che è invece certo è che la soia può azzerare alcuni effetti di alcuni medicinali che vengono assunti da chi soffre di ipotiroidismo. Il latte di soia però, è solo un derivato dall’alimento principale, e quindi contiene sempre una percentuale minore rispetto al legume vero e proprio.