Il limone abbassa la glicemia? Ecco la risposta della medicina

Il limone è un agrume dalle molteplici proprietà benefiche: rende maggiormente agevole la digestione, favorisce la salute della pelle, è ricco di vitamina C e aiuta il sistema il sistema immunitario a reagire alle infezioni con maggiore forza. Ma il limone abbassa la glicemia? Ecco la risposta della medicina.

I benefici del limone

 

 

Gli effetti benefici di un rimedio naturale come il limone sono riconosciuti soprattutto d’Inverno, quando ci si trova perennemente a fare i conti con le malattie da raffreddamento. I limoni sono fonti preziose di vitamina C e contribuiscono ad abbassare nell’organismo i livelli di istamina, colpevole dell’arrossamento degli occhi e della congestione nasale. 

Il limone è anche un potente antiossidante, aiuta la produzione di collagene e inibisce la formazione del colesterolo.  L’acido citrico e i citrati regolano l’acidità aiutando la digestione, mentre le vitamine B aiutano l’equilibrio dei tessuti nervosi e cutanei. Le principali proprietà del limone sono dunque antisettiche, carminative, fluidificanti, emostatiche e alcalinizzanti. Proprio queste ultime, le proprietà alcalinizzanti, sono legate al controllo glicemico.

Limone e glicemia

Il limone abbassa la glicemia? Secondo alcuni studi medici, il limone può essere in grado di tenere a bada i picchi glicemici improvvisi e la glicemia alta. La capacità dell’agrume si deve alla sue proprietà alcalinizzanti, che hanno il potere di far scendere sotto una determinata soglia l’indice glicemico di alcuni alimenti.

In tema di glicemia bisogna tenere conto però degli zuccheri presenti nel frutto del limone. Il suo consumo non andrebbe quindi mai associato a pasti comprendenti carboidrati. Ottimo invece il limone come condimento per un piatto di verdure. 

Abbassare la glicemia con il limone

Vediamo adesso alcuni preziosi suggerimenti da adoperare sulla tavola allo scopo di abbassare la glicemia con il limone.

Come precedentemente accennato, il limone può essere usato a tavola come condimento in sostituzione dell’aceto. In questo caso sarà ideale per un’insalata, per il pesce, per un piatto di verdure lessate.

Un altro metodo per abbassare la glicemia è associare il limone allo zenzero. Questa pianta contiene shogaolo e gingerolo, sostanze capaci di ridurre sotto una certa soglia l’indice glicemico bloccando l’attività degli enzimi coinvolti nel metabolismo dei carboidrati. Una tisana di zenzero e limone potrà essere dunque un ottimo digestivo in grado di tenere sotto controllo i valori glicemici dell’organismo. 

Molto importante allo scopo di abbassare la glicemia è la buccia del limone. Questa può essere lavata accuratamente e grattuggiata sull’insalata oppure messa in infusione in una tazza di acqua calda. In questo modo si avrà una bevanda da sorseggiare dopo i pasti, nel momento maggiormente propizio e utile per abbassare i livelli di zuccheri presenti nel sangue.

Infine si può aromatizzare l’acqua naturale spremendo nella bottiglietta qualche goccia di limone.