Il limone per i brufoli è buono? Ecco cosa dice la scienza: incredibile!

Limone per i brufoli. Il limone è un agrume, frutto di una pianta appartenente alla famiglia delle Rutacee. È un frutto molto utilizzato nella cucina, ma anche in erboristeria, o per preparare estratti naturali e profumi. Viene utilizzato inoltre per preparazioni dolciarie, di liquori, o per l’aromatizzazione di carni e pesci. Il limone è particolarmente utilizzato anche nella cosmetica, da cui si preparano creme o maschere per il viso. Viene quindi naturale chiedersi se il limone è buono per i brufoli.

Si tratta di un frutto giallo di forma tondeggiante o allungata, coltivato nelle regioni calde, dal profumo intenso e dal sapore piuttosto aspro e acido, con la scorza semi-liscia. I limoni vengono commercializzati per tutti l’anno, anche se la produzione subisce un rallentamento nelle stagioni più fredde. Si tratta quindi di un frutto facilmente reperibile. È un frutto benefico, che apporta pochissime calorie, e pochissimi zuccheri. 

A livello di nutrienti, forniscono vitamine del gruppo B, vitamina A, vitamina C, vitamina E, Magnesio, Potassio, Fosforo e Ferro. È composto principalmente da acqua, e ricopre per la precisione circa l’80% della sua composizione. A questo frutto si collegano numerose proprietà benefiche per l’organismo e per la pelle. Ma è buono anche per i brufoli?

Le proprietà depurative e disinfettanti del limone.

Il limone ha proprietà depurative e disintossicanti. Il suo succo infatti agisce come un vero e proprio disinfettante, eliminando tutte le tossine con cui entra in contatto. Bevendo il suo succo per esempio si eliminano le tossine all’interno del corpo, e se ne favorisce l’eliminazione attraverso le urine. Per ottenere questo effetto sarebbe meglio berlo al mattino, così da disinfettare reni, intestino e fegato.

Il limone può disinfettare il corpo anche se utilizzato direttamente sulla pelle. In questo caso però è bene diluirlo con acqua, soprattutto in caso di abrasioni, poiché essendo molto acido potrebbe addirittura rompere il tessuto connettivo. Risulta ottimo per disinfettare tagli di piccole entità, o per eliminare il pus da pustole o vescichette. 

Il limone per i brufoli è buono?

Il limone per i brufoli è buono? Sì, grazie al suo potere depurativo e disintossicante, il limone può addirittura sgonfiare i brufoli, eliminandone le tossine contenute all’interno. 

Esattamente come succede con Herpes, e vescichette, il limone li fa immediatamente scomparire, sciogliendo letteralmente il pus, ed eliminando le tossine. Ma perché il succo di questo frutto portentoso funziona sulla pelle?

La nostra pelle, in uno stato di sanità, ha un ph acido, compreso tra 4 e 5, proprio come il limone. Se il ph sale verso la neutralità, allora la nostra pelle diventa l’ambiente ideale per accogliere e far proliferare i batteri. Grazie al succo di limone si ripristina il normale ph della pelle, eliminandone quindi le tossine.

Per eliminare questi inestetismi della pelle, sarebbe sufficiente applicare il succo di limone direttamente sulla pelle, tamponandolo con un batuffolo di cotone sui brufoli non ancora scoppiati. In questo modo si sgonfierà lentamente il brufolo senza aggredire troppo la pelle, evitando quindi di formare ulcere. Un’alternativa a questo metodo sarebbe berlo, anche se i risultati si vedrebbero dopo due o tre settimaneEntrambi i metodi sono validi, e la scelta dipende unicamente dalla pazienza del soggetto. Ad ogni modo, se si vuole prevenire questo fastidiosissimo problema, sarebbe bene bere succo di limone costantemente, in modo da depurare il corpo, ed evitare la proliferazione di batteri.