Il “toto allenatore” per il Milan si assottiglia, Spalletti rifiuta

Luciano Spalletti,

Il nome sul possibile sostituto di Marco Giampaolo è tra gli argomenti più in voga in questi giorni, sopratutto dopo la dolorosa sconfitta in casa contro la Fiorentina, la dirigenza si è già messa in contatto con diversi allenatori, più o meno probabili a siedere sulla panchina del Milan.

Il favorito resta Rudi Garcia, principalmente a causa del suo status di “disoccupato” e dal fatto che già conosca il campionato italiano avendo allenato la Roma, mentre si è decisamente tirato fuori Luciano Spalletti che pure era tra i papabili a prendere il posto dell’ex tecnico della Sampdoria.

L’allenatore toscano è ancora sotto contratto con l’Inter fino al 2021, con un ingaggio superiore ai 4 milioni a stagione e non sembra avere intenzione di fare da subentrato su nessuna panchina, men meno quella attualmente “problematica” come quella rossonera.