Immobile, Gabbiadini, Berardi e Zaza: giovani talenti della Juve del futuro

Non solo Tevez, Llorente e Osvaldo. La Juventus, leader indiscussa del calcio italiano, lavora già per costruire un futuro radioso e ricco di vittorie. La società bianconera, oltre ad aver messo a segno colpi importanti per l’immediato, ha investito sottotraccia sui giovani, permettendo loro di crescere.

E oggi quegli investimenti stanno dando i propri frutti, a partire da Domenico Berardi: venti anni ancora da compiere, in comproprietà con il Sassuolo, 12 reti in 17 partite, tra cui un poker straordinario al Milan. E’ lui il campione del futuro, considerato uno dei migliori under 21 europei, e la Juve se l’è assicurato in tempi non sospetti.

Ma tra le fila dei neroverdi ci sono altri due talenti purissimi: Simone Zaza, attaccante classe 1991, che forma proprio con Berardi una delle coppie più prolifiche della massima serie, e Luca Marrone, regista in grado di giocare anche in difesa, mandato in Emilia per la definitiva maturazione.

Sono invece già pronti per il grande  palcoscenico Ciro Immobile e Manolo Gabbiadini: il primo, a metà tra Juve e Torino, ha segnato 11 reti in campionato, e sarebbe il capocannoniere della Serie a se non considerassimo i rigori, mentre il secondo, attualmente alla Sampdoria, sta incantando nel ruolo di esterno destro, e troverebbe facilmente spazio nel 4-3-3 di Conte.

I presupposti sono ottimi, bisognerà capire se questi ragazzi riusciranno a mantenere le aspettative, ma la sensazione è che, continuando così, la Juventus che verrà ha tutte le qualità per conquistare l’Italia e L’Europa.