Inter 2013-2014, Cambiasso decisivo per Walter Mazzarri

Sono tante le piacevoli sorprese di questa fase iniziale della stagione nerazzurra. Oltre a Jonathan e Ricky Alvarez, che sembrano trasformati dopo le deludenti stagioni passate, assistiamo ad una nuova stagione del nostro vicecapitano, Cuchu Cambiasso. Sembra che Mazzarri abbia dato nuova linfa e stimoli ad un ragazzo che, come impegno e professionalità, non aveva mai deluso, ma che la passata stagione aveva certamente sofferto l’annata disastrosa dell’Inter.

Cuchu occupa una posizione fondamentale nello schema di WM, è quello che si definisce una diga davanti alla difesa, è l’anello di congiunzione tra due reparti che se slegati l’uno dall’altro rischiano di far andare a picco la barca. Non è un caso se l’Inter oggi può contare su un vero uomo di centrocampo che all’occorrenza recupera palloni su palloni e che è pronto e lesto a far ripartire immediatamente le manovre nerazzurre, così come vuole mister Mazzarri. Il tecnico toscano, consapevole dell’importanza del recupero di un giocatore come Esteban Cambiasso, non perde occasione per elogiarne in conferenza stampa la professionalità, la forza e l’importanza per il gioco della sua Inter.

Esteban Cambiasso

Cambiasso è il giocatore che ogni allenatore vorrebbe, sempre ben disposto al sacrificio, direttore di orchestra di un centrocampo e di una squadra che, non di rado, si serve dei suoi preziosi consigli. Sì, perché il ragazzo di Buenos Aires è un vero e proprio allenatore in campo, un aiuto per i suoi compagni, in modo particolare per i più giovani che hanno qualche difficoltà in più ad entrare negli schemi dell’allenatore. Ma l’importanza di questo giocatore non si esaurisce qui. Cambiasso, infatti, quando serve sa anche trasformarsi in goleador – quest’anno ha già messo a segno tre reti importanti – andando ad accrescere le file dei marcatori di questa bellissima Inter d’Autunno che ha raccolto meno di quanto meritasse, senza rigori a favore o aiutini vari – piuttosto danneggiata da più di qualche discutibile scelta arbitrale – ma forte di un Cambiasso in più.

Leggi anche–> Cambiasso regala la fascia a Zanetti dopo Inter-Livorno

Leggi anche–> Cambiasso su Alvarez: “Sapevo sarebbe esploso”

Leggi anche–> Inter, numeri da record lontano da San Siro!