Inter 2013-2014, Zdravko Kuzmanovic: avventura finita per lui?

Era arrivato lo scorso gennaio dallo Stoccarda per un milione e poco più e nella disastrata Inter di Stramaccioni era riuscito anche a ritagliarsi uno spazio importante, scendendo in campo 14 volte, sebbene senza mai impressionare. Con Mazzarri aveva avuto un buon minutaggio durante la tournée americana ed aveva disputato un tempo e poco più da titolare alla prima di campionato contro il Genoa. Nelle ultime settimane, però, per Zdravko Kuzmanovic lo spazio in prima squadra sembra essersi sensibilmente ridotto.

Durante l’estate più volte era stato accostato al Milan in uno scambio con Nocerino ma il veto di Mazzarri ostacolò il trasferimento all’altra squadra di Milano e Kuzmanovic rimase così a Milano speranzoso di poter dire la sua nel nuovo corso nerazzurro. Le prestazioni di Taider gli hanno presto chiuso qualsiasi possibilità di giocare, considerato che al momento Cambiasso e Guarin sembrano intoccabili. 

walter mazzarri

Panchina, tanta panchina, solo panchina per Zdravko in questi primi impegni stagionali ma soprattutto la consapevolezza di avere un ruolo sempre più marginale nello scacchiere mazzarriano. Per lui un futuro lontano da Milano sembra una concreta realtà: ma dove? Al momento mancano acquirenti seri per Kuzmanovic, sebbene il serbo abbia tanti estimatori in Bundesliga e potrebbe così far mestamente ritorno in Germania dopo la praticamente fallimentare esperienza interista. Gli ultimi mesi di questo 2013 saranno fondamentali per capire cosa pensa Mazzarri del serbo ma l’imminente rientro di Zanetti potrebbe ulteriormente costringere Kuz ad una indigesta panchina.

Leggi anche–> Inter, pronta la rivoluzione: chi resta e chi no

Leggi anche–> L’Inter del futuro: 11 giovani per anni vincenti