Inter 2014-2015, Alvarez: "Rinnovo? Il mio desiderio è rimanere qui"

Ricky “Maravilla” Alvarez, trequartista argentino 25enne dell’Inter, ha parlato del suo rientro in squadra, dopo l’infortunio subito due settimane fa, del suo probabile rinnovo con i nerazzurri e anche della costruzione dell’Inter del futuro.

In occasione dell’evento presentato al negozio Brooks Brothers di via San Pietro all’Orto a Milano, ha risposto così ai giornalisti presenti: “Rinnovo del contratto? Ne stiamo parlando, il mio desiderio è di rimanere qui perché sto bene. Chiaro e deciso il pensiero del numero 11 nerazzurro, che rivitalizzato in questa stagione dalla cura Mazzarri, 4 gol e 7 assist soprattutto nella prima parte di campionato, vuole dimostrare tutto il suo valore in vista della riconferma per la prossima stagione.

Riguardo il suo possibile rinnovo del contratto, che scade nel 2016, il giocatore si mostra sereno e fiducioso: “Ora comunque non ci penso, sono concentrato perché ho appena ricominciato ad allenarmi con la squadra, di quelle questioni parlerà la Società con il mio procuratore, non posso stare tutti i giorni a chiedere come vanno le cose…”

Sul suo rientro in squadra, che potrà garantire a Mazzarri e alla squadra tutta un’ importante arma in più da utilizzare per perforare le difese avversarie, ha detto: “Il mio rientro definitivo? Ora credo di essere a disposizione, il mister farà le sue scelte ma io sono pronto per rientrare ad allenarmi con la squadra e contento di poterlo fare. Domenica spero di poter giocare dall’inizio o anche a partita in corso, ma l’importante è che la squadra vinca, facendo le cose che sappiamo fare perché siamo sulla buona strada”.

Parlando invece di Hernanes e del suo prezioso contributo fornito finora al centrocampo del Biscione, Ricky ammette: Hernanes? È importante per noi, aveva già dimostrato di poter giocare molto bene in un calcio non semplice come quello italiano. Per noi è stato un acquisto molto importante che ha portato dei risultati”.

In relazione ai progetti che per ora stanno coinvolgendo Thohir e la dirigenza di Corso Vittorio Emanuele, Alvarez ha i piedi ben piantati per terra: L’Inter del futuro? Ora pensiamo a questo campionato, a finire nel miglior modo possibile, poi a fine stagione chi di dovere penserà a prendere decisioni, noi dobbiamo solo finire bene la stagione. Il meglio possibile è provare a vincere ogni partita, poi alla fine si faranno i conti. Dopo la sconfitta con la Juve il fatto di aver continuato a lavorare è stata la cosa migliore per poter uscire da quella situazione, abbiamo lavorato tutta la stagione, a volte i risultati non arrivano, ma l’importante è non mollare, quella è stata la cosa migliore, ora infatti stiamo avendo dei risultati.”

Sulle chances che ha invece il suo compagno di squadra Cambiasso, pilastro importante della linea mediana interista, di andare al mondiale ha ammesso: Cambiasso al mondiale? Conosco il Cuchu, è un giocatore fortissimo, ma non decido io, come ho detto l’allenatore farà le sue scelte”.

Leggi anche -> Mercato Inter 2014-2015, Eto’o: “Torno solo se mi chiama Moratti”

Leggi anche -> Calciomercato Inter: nerazzurri ad un passo dal Chicharito Hernandez