Inter-Atalanta, Conferenza Stampa di Mazzarri: "Champions? Manca ancora tanto alla fine"

Alla vigilia del match Inter-Atalanta, che si terrà domani pomeriggio alle ore 15, ha parlato il tecnico Walter Mazzarri in conferenza stampa, rispondendo a domande e curiosità dei vari giornalisti.

Riguardo alla possibilità di conquistare un posto in Champions, il tecnico dei nerazzurri afferma: “Quando abbiamo avuto il calendario in discesa abbiamo trovato difficoltà, dobbiamo rispettare tutti e noi come mentalità dobbiamo lavorare su noi stessi perché se facciamo bene mettiamo in difficoltà tutti, anche contro le squadre meno titolate, come a Verona. Alla fine tireremo le somme”.

Circa il reparto che l’Inter dovrebbe migliorare per essere più competitiva: “In certe occasioni arriviamo in attacco con una certa facilità, poi dobbiamo scegliere la soluzione migliore. A volte facciamo tutto bene fino all’area e poi sbagliamo l’ultima scelta, come è successo anche a Verona. E’ questo che dobbiamo migliorare”.

Analizza, inoltre, la partita di domani: “L’Atalanta è un avversario difficile per tanti. Sono praticamente salvi e si esprime alla grande fuori casa. Dobbiamo pensare che noi dobbiamo fare il massimo”. Aggiunge, in base al gap che c’è con la Juventus: “Manca ancora tanto alla fine, nel calcio ho capito che bisogna pensare al presente e ci vuole equilibrio nel giudizio. La fine di questa stagione sarà importantissimo per l’anno prossimo”.

Il tecnico di San Vincenzo risponde anche ad una domanda relativa ad Andrea Ranocchia: “Il mio dovere è guardare il campo: chi ha la possibilità di entrare, come Andrea, e mi dimostra di fa bene giocherà anche la partita successiva. Questo è uno stimolo per i ragazzi che sono motivati a far bene”. 

Riguardo Jonathan“Non mi sono mai posto il problema della sua adattabilità al calcio italiano e all’Inter. Non è un mistero che lo avessi seguito anche ai tempi del Napoli. Il ragazzo oggi ci sente più tutelato e quindi rende al meglio. Gli ho detto, però, che adesso continui su questi livelli di rendimento. Ha bisogno di essere stimolato in continuazione”.

Riguardo le condizioni di Yuto Nagatomo: “Ieri ha fatto il primo allenamento con la squadra, a Verona D’Ambrosio ha fatto bene ma spero di poterlo convocare”.

Infine, una parola sul profeta Hernanes: “Per ora ha dimostrato con i fatti che la qualità ci deve essere, anche se non è al massimo. Ci vuole la freddezza giusta al momento giusto, perché anche un calcio piazzato può cambiare la gara. La qualità è fondamentale, ti permette di sfruttare le occasioni, tanti giocatori in allenamento fanno i numeri, mentre in campo a volte sbagliato. Questa è la differenza sostanziale”.

TUTTO SU INTER-ATALANTA

Leggi anche -> Inter-Atalanta: Probabili Formazioni, Streaming e Diretta Tv

Leggi anche -> Inter-Atalanta, arbitra Giacomelli: I Precedenti con i nerazzurri