Inter-Cagliari 1-1, Juan Jesus: "Il rigore non c'era! Ci sono stati due pesi e due misure"

Quella di ieri contro il Cagliari è stata soltanto a metà la gara che tutti i tifosi nerazzurri si aspettavano, perché dopo un tempo praticamente regalato dagli uomini di Mazzarri, la ripresa è stata decisamente diversa. Si è vista un’Inter vogliosa di ribaltare l’ingiusto svantaggio e, magari, provare a vincere la partita. Purtroppo, però, bisogna segnalare che, ancora una volta, come fatto notare dallo stesso tecnico nerazzurro, gli episodi ci hanno fortemente penalizzati.

Prima del rigore netto, negato a Icardi, sul finire del match, nel primo tempo i nerazzurri si sono visti assegnare un rigore contro per fallo di mano, involontario, del difensore Juan Jesus.  Lo stesso brasiliano, nel post gara, ha commentato quanto successo ai microfoni dei giornalisti: “Nell’episodio del rigore io ero fermo, la palla mi è arrivata addosso. Sarei riuscito a spostarmi solo se mi avessero sparato”.

In merito al cartellino giallo, invece, rimediato nel primo tempo, Juan ha affermato: “Ibarbo ha visto che gli avevo preso lo spazio, poi l’ho toccato appena e lui si è buttato. Non l’ho nemmeno preso in faccia. L’arbitro non poteva far altro… Ibarbo comunque è molto forte, ma grazie a Dio ho fatto una buona partita”.

Sulla seconda frazione della partita, quando l’Inter ha decisamente cambiato marcia, il difensore nerazzurro ha detto: “Nel secondo tempo abbiamo giocato bene, la palla l’abbiamo tenuta solo noi. Abbiamo cercato in tutti i modi una vittoria che, purtroppo, non è arrivata. Ora dobbiamo fare più punti possibili”.

Ieri sera, il giovane brasiliano si è poi lasciato andare ad un commento sui social network che non richiede ulteriori spiegazioni: “Due pesi e due misure”.

TUTTO SU INTER-CAGLIARI

Leggi anche–> Inter-Cagliari 1-1, Mazzarri: “Ancora una volta gli episodi ci hanno penalizzati”