Inter-Livorno 2-0, Mazzarri: "Kovacic è un ragazzino"

Intervenuto in conferenza stampa dopo la vittoria ottenuta per 2-0 sul Livorno, l’allenatore dell’Inter Walter Mazzarri ha espresso le sue impressioni sulla sfida. Il tecnico nerazzurro ha parlato della prova di Mateo Kovacic: “Bisogna ricordarsi che Kovacic è ancora un ragazzino. Quando io allenavo Hamsik a Napoli l’ho avuto in un età diversa, era già più maturo. Sta cercando di migliorare, come tutti del resto“.

Qualche parola sulla partita, che è stata dominata dalla sua squadra: “Il Livorno ha in rosa giocatori di tutto rispetto, però non ha creato granchè. Abbiamo concesso poche occasioni da gol. Siamo stato forse meno brillanti rispetto ad altre volte, ma è importante non subire gol. Col nostro atteggiamento prima o poi la buttiamo sempre dentro“.

Mazzarri ha poi continuato parlando dell‘ingresso in campo di Javier Zanetti:Non voglio fare sviolinate, ma Javier mi sembra davvero bionico. Entra in campo con padronanza, consapevolezza nonostante i quarant’anni. L’ho inserito più per una scelta psicologica che per una tecnica, per alzare il morale a tutta la squadra. Però è riuscito a darmi anche quello che non mi aspettavo, una grande progressione che ci ha permesso di chiudere il match. Ci sarà molto utile“.

Walter Mazzarri

Guai a parlare di vittoria in campionato, l’Inter è in fase di ricostruzione: “Il nostro processo di crescita deve continuare. Stiamo migliorando in modo esponenziale. In questo ambiente non viene mai sottolineato che siamo ancora in una fase di transizione. L’Inter a fine campionato avrà fatto qualcosa di importante se continuerà a crescere“.

Mazzarri ha parlato anche di Ricky Alvarez: “L’ho sostituito perchè si vedeva che non era al meglio. Stava dando il 50%. In fase difensiva poi non stava aiutando molto, ed era molto stanco. Stava soffrendo in fase passiva. Preferisco comunque lui da mezz’ala a Kovacic e Guarìn, perchè interpreta al meglio il ruolo. Gli altri si danno delle pause che ci hanno fatto subire gol, non possono dimenticarsi della fase difensiva”.

Un’opinione anche sul Livorno: “La squadra toscana è molto ben costruita, ha una mentalità brillante che riesce a mettere in campo. Inoltre ha giovani di qualità che sono di nostra proprietà. Quello che mi ha impressionato di più è stato Mbaye. Anche Duncan sta crescendo bene. L’ho detto anche a Davide Nicola che ha una squadra giovane, allenata bene e compatta. Ci ha fatto fare fatica“.

TUTTO SU INTER-LIVORNO

Leggi anche –> Inter-Livorno 2-0, l’ingresso in campo di Javier Zanetti (Video)

Leggi anche –> Inter-Livorno 2-0, Video Gol e Highlights