Inter-Livorno, Nicola: "Non andiamo a visitare San Siro"

L’allenatore del Livorno Davide Nicola ha parlato ai giornalisti in conferenza stampa prima della partita di questa sera contro l’Inter. Il tecnico degli amaranto è molto carico per la partita contro i nerazzurri. Per l’Inter non sarà una passeggiata, parola del mister livornese. Ecco le sue parole: “Le grandi squadre sono di certo superiori a noi. Ma non parto mai per fare la comparsa. Ci siamo fatti il mazzo per giocare contro queste squadre e in certe realtà. Ciò mi rende entusiasta. Siamo in Serie A e sappiamo che è dura, ma faremo di tutto per rimanerciTanto per cominciare non andremo a San Siro per visitare lo stadio speriamo di fare qualcosa di bello e di importante, ho a disposizione giocatori che finora hanno avuto meno possibilità di esprimersi rispetto ad altri e adesso avranno modo di fare vedere che sono all’altezza, preparati, motivati“.

Il tecnico dei labronici, nonostante la formazione rimaneggiata, sogna il colpaccio: “Sicuramente sarà uno schieramento condizionato da alcune assenze. Saremo comunque competitivi pur essendo consci che determinati automatismi potranno in certe circostanze mancare. Dobbiamo giocare in modo semplice, facendo il più possibile bene le due fasi e per 100 minuti. Vedremo alla fine cosa saremo riusciti a combinare. L’intento, come detto, è non andare a fare la gita per vedere lo stadio. Il Livorno da molto tempo non raccoglie un risultato positivo in casa dell’Inter. Provarci e sognare non costa nulla“.

walter mazzarri

Sarà una sfida speciale per Mazzarri, livornese di nascita. Nicola non vuole confronti con lui: “Si parla di un allenatore che stimo tantissimo, è fra i tre più bravi in circolazione, le sue squadre giocano bene e per me è solo motivo di orgoglio che ogni tanto qualcuno accenni a dei paragoni con lui. A me per il momento basta poterlo affrontare. Lui, su una panchina importante, io su quella del Livorno. Certo, il 3-5-2 suo e il 3-5-2 mio hanno molti punti in comune“.

Il mister ha le idee chiare su come affrontare l’Inter a San Siro: “Bisognerà giocare in modo semplice – ha aggiunto Nicola – il che significa affrontare le due fasi con la consapevolezza di fare alcune cose, sia in fase di possesso che non possesso, e farle meglio possibile per 100 minuti, tenendo conto che l’avversario è fortemente qualitativo“.

TUTTO SU INTER-LIVORNO

Leggi anche –> Inter-Livorno, Pereira non convocato

Leggi anche –> Inter-Livorno, Palacio cerca il gol del record