Inter, Moratti si è dimesso da presidente onorario: i motivi

Un fulmine a ciel sereno, quello di ieri per l’Inter. Il presidente onorario Massimo Moratti, infatti, si è dimesso dalla sua carica. I motivi che lo hanno spinto a fare ciò non sono ancora certi: tuttavia, è possibile provare ad azzardarne alcuni. Moratti non si è trovato d’accordo con la gestione societaria di Erick Thohir: probabilmente, qualcosa era già nell’aria da molto tempo. Si aspettava soltanto la scintilla, che non è tardata ad arrivare.

Il presidente indonesiano ha fatto sapere di voler rispettare le scelte di Moratti. “Rispetto la sua decisione”, ha commentato il tycoon asiatico. “Ho saputo delle dimissioni di Moratti e ho parlato con lui.Questo non cambia il rapporto tra le due famiglie anche perché vuole continuare a supportarmi, potete chiedere anche a lui. Ma io sono il presidente della società e ho il dovere di fare ciò che è il meglio per l’Inter e devo rivedere certe operazioni fatte dal club”.

Che cosa mai si possa celare dietro all’ultima frase del Presidente, ancora non c’è dato di saperlo. Tuttavia, presto si presuppone che ci sarà chi “vuoterà il sacco”. Ancora, forse, non è giunto il momento di parlare. Che c’entri anche Walter Mazzarri? Le parole dell’allenatore, nella conferenza stampa post Saint Etienne, ha soltanto affermato: “Sono cose societarie, io non metto bocca. Ieri intendevo dire che io e la squadra dobbiamo pensare alle partite”.

Leggi anche -> Arrestati nove Ultras dopo Inter-Saint Etienne

Leggi anche -> Inter, Moratti non è più presidente onorario