Inter, Palacio: "Affrontare la Sampdoria mi porta fortuna, faremo una grande partita"

Con 7 goal all’attivo e 13 presenze su 13 partite giocate in Campionato, Palacio è certamente l’uomo più importante dell’Inter targata Walter Mazzarri.

MIGLIORI INTEGRATORI PER DIMAGRIRE: ORA IN OFFERTA SPECIALE
CLICCA QUI


Con l’assenza di Diego Milito, ancora fermo per infortunio, Icardi operato e Belfodil mai veramente utilizzato dal tecnico toscano, l’attaccante argentino è diventato il faro dei nerazzurri. Palacio non ha ancora sbagliato una partita, giocandole tutte con grandissima intensità e mettendosi completamente a disposizione della squadra. Oggi più che mai l’attaccante ex Genoa e Boca Juniors rappresenta la punta di diamante dell’Inter che a lui si affida in quanto unica vera punta.

Anche domenica Palacio sarà a San Siro tra gli 11 schierati da Mazzarri per affrontare la Sampdoria dell’ex Mihajlovic. L’attaccante ha un’ottima tradizione contro la squadra doriana. In passato, infatti, le ha più volte segnato, come afferma lo stesso argentino in un’intervista rilasciata ai microfoni di Sky Sport24: “Affrontare questa squadra mi porta fortuna, speriamo di continuare così. Loro giocano bene, noi vogliamo prendere i tre punti […] Faremo una grande partita, dobbiamo vincere per noi, per Thohir, per tutta la gente e continuare così […] Non pensiamo alla classifica in questo momento, andiamo avanti partita dopo partita e, se continuiamo così, possiamo arrivare in alto”.

Rodrigo PalacioPalacio ha poi parlato del ritorno in campo del suo connazionale, Javier Zanetti, elogiandone la serietà e la tenuta fisica, nonostante l’età: “E’ un grande Capitano, un esempio e un orgoglio per il fatto di averlo in squadra. Ha quarant’anni, ma sembra ne abbia ventidue”. Non poteva mancare una domanda sul suo futuro, alla quale il giocatore risponde dicendo che presto sapremo qualcosa perché il suo procuratore e l’Inter ne stanno già discutendo.

Infine, alla domanda provocatoria se mai taglierebbe la sua trenza qualora vincesse la Champions League con l’Inter e il Mondiale con la sua Argentina, il bomber nerazzurro ha risposto così: “No non lo faccio! Ce l’ho da 12 anni e continuo così, anche se me lo chiede Thohir”.

TUTTO SU INTER-SAMPDORIA

Leggi anche–> Thohir a Milano, prima a san Siro: “Sono emozionato”

Leggi anche–> Inter-Sampdoria: tutti i calciatori che hanno indossato le due maglie