Inter Primavera, Vecchi: "Magnifico inizio, ma occhio alle incognite"

La Primavera dell’Inter allenata da Stefano Vecchi ha iniziato la stagione al massimo. Quattro vittorie in altrettante gare, 20 gol fatti e solo due subiti. Nella rosa della seconda squadra nerazzurra figurano calciatori che, in futuro, sono candidati a recitare un ruolo di rilievo nel calcio che conta: parliamo soprattutto degli attaccanti Federico Bonazzoli e George Puscas, i due nuovi gemelli del gol in casa nerazzurra. Vecchi, però, vuole che i suoi ragazzi volino basso e non si lascino entusiasmare dalle vittorie conquistate in questo mese di settembre

“Non ci aspettavamo una partenza del genere, l’inizio di una stagione è sempre ricco di incognite, di sicuro ci speravamo”: queste le parole di Vecchi a Inter Channel. Il tecnico aggiunge: “A luglio abbiamo iniziato a lavorare per fare una stagione importante. Dalle amichevoli tutto è stato subito positivo. Attacco? Risalta di più, chi gioca davanti ha fatto prestazioni importanti, ma anche a centrocampo e in difesa sono stati ottimi, abbiamo subito due gol soltanto. Senza Camara e Puscas a Perugia abbiamo lo stesso fatto 7 reti. Ora dobbiamo migliorare i difetti un passo alla volta, la fine di stagione resta lontana. Con il mio staff lavoriamo bene, giochiamo con intensità proprio per come ci alleniamo”.

La Primavera dell’Inter è al momento l’unica squadra a punteggio pieno nel girone B del Campionato Primavera Tim e dagli addetti ai lavori il team di Vecchi viene ritenuto uno dei maggiori pretendenti allo Scudetto che si assegnerà il prossimo anno. La qualità della rosa è importante, è inutile nascondersi, e anche il cammino in Coppa Italia (superato agevolmente il primo turno contro il Lanciano e ora secondo turno col Varese) è incoraggiante per il futuro. Vecchi avrà il compito di tenere concentrati i ragazzi e di evitare atteggiamenti presuntuosi che, a quest’età, possono essere ordinari.

Leggi anche–> Bonazzoli-Puscas sulle orme di Milito-Eto’o?