Inter-Sampdoria, ecco come arrivano alla gara i ragazzi di Mihajlovic

Dopo il turno di Champions League, nel weekend torna in campo la Serie A. Domenica l’Inter affronterà la Sampdoria, reduce dal pareggio-beffa dell’ultimo minuto contro la Lazio. La società blucerchiata ha provato a dare un cambio di rotta esonerando Delio Rossi e sostituendolo con Sinisa Mihajlovic. Il serbo ha rinunciato al suo incarico di CT della nazionale serba pur di tornare ad allenare un club e ha deciso di sedersi sulla panchina della squadra nella quale ha militato per quattro stagioni fino al 1998 quando, poi, passò alla Lazio.

Sfortunatamente la prima di Mihajlovic non ha portato quella vittoria che ormai manca al club doriano da quattro partite e, in particolare, dalla vittoria casalinga sull’Atalanta del 27 ottobre con gol di Mustafi. La Sampdoria si trova al terz’ultimo posto in classifica con soli 10 punti in 13 partite, 14 gol fatti e 23 subiti: ha uno score di 2 vittorie, 4 pareggi e 7 sconfitte. Per quanto concerne l’andamento in trasferta, finora, ha totalizzato 2 pareggi (con Cagliari e Bologna), 3 sconfitte (con Milan, Verona e Fiorentina) e una sola vittoria, a Livorno; i numeri delle trasferte dicono, inoltre, 7 gol fatti e 10 subiti.

Manolo Gabbiadini

Prima impronta di Mihajlovic è sicuramente nel modulo tattico della squadra: un 4-2-3-1 con Da Costa in porta, De Silvestri, Gastaldello, Mustafi e Costa in difesa, Palombo e Maresca, che sostituirà lo squalificato Krsticic, davanti alla difesa con compiti di regia e rottura, Gabbiadini, Soriano, al suo primo gol in Serie A nell’ultima giornata, ed Eder dietro l’unica punta Pozzi. Particolare attenzione da parte dell’Inter dovrà essere rivolta sul baby campione Manolo Gabbiadini, sul velocissimo Eder e sul sempre pericoloso Pozzi, ex milanista che potrebbe sentire “aria di derby”.

La Beneamata dovrà, inoltre, essere molto attenta poiché la squadra genovese giocherà, probabilmente, molto chiusa in difesa, concedendo pochissimi spazi e, se la squadra di Mazzarri vuole davvero puntare il terzo posto non può più permettersi di perdere altri punti per strada, già a partire dalla partita con la Doria.

TUTTO SU INTER-SAMPDORIA

Leggi anche–> Analisi stagione interista dopo 13 giornate

Leggi anche–> Inter-Sampdoria, prima allo stadio per Thohir