Inter-Torino 1-0, Mazzarri: "Soddisfatto. Unico neo non aver chiuso la gara"

La 27esima giornata del campionato di serie A restituisce il sorriso a tutto l’ambiente Inter, Thohir in primis. La squadra di Mazzarri ha fatto una buona prestazione e complice anche un primo tempo troppo passivo dei granata, vince meritatamente per 1-0 con gol di Palacio, tornato ai livelli alieni di qualche mese fa. Il mister ha un motivo in più per essere sereno e affrontare le ultime 11 partite che mancano alla fine del campionato.

Proprio il tecnico dell’Inter Walter Mazzarri ai microfoni di Skysport ha analizzato la gara dei suoi: “Soddisfatto della gara? L’unico neo, come abbiamo visto anche nel finale, è stato quello di non chiuderla. Bisogna essere cattivi e chiudere la partita, pensando di essere ancora in parità e non in vantaggio. In parte questo si è fatto, mancava però l’ultimo passaggio, la conclusione e anche un pizzico di sfortuna. Nel finale bisogna chiuderla se no qualche episodio può far costare la partita e i punti”.

Sulla buona prestazione del reparto arretrato il mister ha puntualizzato: “Voglio fare domani i complimenti ad Andreolli. Si allena bene, è entrato in campo come se fosse un titolare e per me questo è fondamentale. Tenere sempre tutti pronti e sulla corda è importantissimo. Complimenti anche ai miei collaboratori. Rolandosta facendo qualcosa di straordinario, sta facendo molto bene quest’anno anche con continuità, sta crescendo di partita in partita. È sempre uno dei migliori, l’ho spostato diverse volte e nell’uno contro uno con Cerci si è comportato da grandissimo giocatore”.

Sull’attaccante argentino Mauro Icardi il mister ha precisato: “Lui ha delle doti importanti, un talento e un ruolo ben definito. È stato tanto fermo e non è al top. Oggi anche per 90 minuti ha fatto un po’ fatica ma l’ho tenuto dentro per fargli trovare la condizione migliore. Palacio? Questo è lo spirito di squadra se vogliamo attaccare in tanti, perché anche gli altri poi tentano il contropiede. Sarebbe stato il colmo prendere gol su loro ripartenza dopo il nostro vantaggio. Lo spirito di squadra di Palacio e Guarin è stato buono. Tutti si devono sacrificare“.

Sul rientro di Andrea Ranocchia che è tornato a giocare dopo due mesi di stop Mazzarri ha aggiunto: “Intanto Andrea ha fatto vedere che si allenava con cattiveria. Ha giocato tutti i 90 minuti senza uscire coi crampi, ha fatto una grande partita anche su Immobile. I nostri giovani sono tutti ragazzi che stanno crescendo e fanno bene, a fine anno si vedrà anche dove saremo arrivati e faremo le nostre valutazioni”.

Sul buon primo tempo della squadra il mister ha replicato: “Si è fatto nel primo tempo qualcosa come 60 minuti di possesso palla e poi dobbiamo essere bravi a recuperarla per non farli ripartire. Quando vinciamo si sta sempre bene, anche per Thohir. Così non si può dire che il presidente quando ci viene a vedere in casa porta male”.

TUTTO SU INTER-TORINO

Leggi anche -> Inter-Torino 1-0, Moratti: “Ottima prova! Cambiasso è stato straordinario”