Inter-Torino 1-0, Ventura: "Primo tempo regalato. Poi potevamo anche pareggiare"

Il Torino prosegue nel suo periodo horribilis. Dopo la sconfitta per 1-0 di ieri pomeriggio a San Siro contro l’Inter il Toro sembra evidenziare il proprio momento di appannamento coinciso nelle ultime 5 gare di campionato con 4 sconfitte e una sola vittoria. Il mister ligure riguardo la prestazione di ieri contro i nerazzurri rimprovera ai suoi l’atteggiamento troppo timido e passivo del primo tempo che ha lasciato ampi spazi di manovra agli avversari finché non hanno trovato la rete con una magia del fuoriclasse Palacio.

L’allenatore del Torino Giampiero Ventura, intervenuto ai microfoni di SkySport, ha commentato così la gara contro l’Inter: “Abbiamo regalato 45 minuti, un po’ per un po’ di ansia in generale. Partita particolare un po’ per molti, aldilà delle tante assenze in difesa. A Vesovic vanno i miei complimenti, anche Moretti rientrava, Farnerud molto bene, complimenti pure a lui che ha giocato da terzino, in un ruolo non suo. Abbiamo pagato un po’ di ansia all’inizio e perso tanti palloni. Nel secondo tempo abbiamo giocato e se pareggiavamo non c’era nulla da direNel secondo tempo abbiamo concesso poco a loro e creato molto noi. Il nostro primo tempo dice che c’è ancora da lavorare per essere protagonisti nel nostro prossimo futuro”.

“Le ultime 3 negative per noi? Si è parlato di Europa, ma forse non si era pronti anche per parlarne. È una mia ipotesi. Noi nelle ultime tre gare abbiamo ottenuto risultati negativi un po’ per noi un po’ per disattenzione degli altri. Il nostro obiettivo principale è la salvezza e dopo il nostro obiettivo è buttar giù lo zoccolo duro del Torino per dare maturità, esperienza, personalità, per andare a San Siro o allo Juventus Stadium e fare quello che abbiamo fatto, sempre nel secondo tempo intendo”.

“Cosa è cambiato negli spogliatoi? A fine primo tempo ho fatto riflettere i miei. Non possiamo essere aggressivi davanti contro l’Inter perchè loro davanti sono forti. Noi nel primo tempo eravamo troppo ansiosi quando avevamo la palla perché volevano subito verticalizzare. Nel secondo tempo non abbiamo buttato mai la palla e abbiamo fatto quello che sappiamo. Non penso di essere io a portare ansia all’ambiente. All’inizio tutti dicevano che il Toro avrebbe faticato a salvarsi, ma noi grazie alle nostre prestazioni abbiamo fatto bene e anche molto di più di quanto pronosticabile”.

TUTTO SU INTER-TORINO

Leggi anche -> Inter-Torino 1-0, Handanovic: “Non sono soddisfatto perché siamo ancora quarti”

Leggi anche -> Inter-Torino 1-0, Palacio: “Il mio gol? È stato voluto. Tra 10 giorni rinnovo”