Inter-Verona 4-2, Rolando: "Felice per il gol, vorrei rimanere qua"

Dal primo minuto in campo nella sfida vinta contro il Verona ieri sera a San Siro si è anche tolto lo sfizio di segnare la sua prima rete con la maglia nerazzurra: Rolando, difensore arrivato dal Porto durante il mercato estivo ma che nella scorsa stagione era agli ordini di mister Mazzarri al Napoli.

Gioia per la sua marcatura, anche se sottolinea che Il primo gol mi ha reso felice tantissimo, perché io sono un difensore e la cosa più importante per me non è segnare. Quando segno è sempre diverso, volevo fare un gol e adesso sono contentissimo, anche perché abbiamo vinto che era la cosa più importante”. Una partita controllata dall’Inter, che ogni tanto ha avuto qualche amnesia: “Normale che ci si distragga, il Verona è stato bravissimo. Hanno trovato la posizione giusta e sfruttato le loro qualità, nel calcio è così. Noi proviamo sempre a vincere, oggi ci siamo riusciti dopo tre gare senza vittoria. Il calcio è così, non giochiamo mai soli, c’è sempre un avversario ma proviamo sempre a vincere. Ce l’abbiamo fatta dopo una bella partita”.

Belfodil

Sul suo futuro, ancora incerto dice:Chiaro che mi piacerebbe restare, ma ne parleremo a fine stagione. Per me conta giocare, Io voglio sempre giocare, mi alleno sempre per farlo. Il mister mi conosce, per questa mi ha voluto qui. Quando non gioco lavoro di più”. Ammette di non aver visto sul campo l’episodio riguardante l’espulsione di Belfodil: “Non ho visto, ero andato subito negli spogliatoio e poi ho visto tutto alla tv”, mentre sul suo allenatore racconta“Mazzarri vuole sempre la perfezione, ma dopo tre mesi stiamo facendo bene e vogliamo fare meglio. Non è facile però”.

TUTTO SU INTER-VERONA

Leggi anche–> Mazzarri: “Siamo partiti bene, poi troppe ingenuità”

Leggi anche–> Inter-Verona 4-2, nerazzurri quarti in classifica

Leggi anche–> Inter-Verona 4-2, video gol ed highlights