Inter-Verona, occhio alla rivelazione Iturbe

Alzi la mano chi avrebbe immaginato che dopo otto giornate di Campionato il neopromosso Verona si sarebbe trovato al quarto posto solitario in classifica, con un punto in più dell’Inter (prossimo avversario Sabato nell’anticipo serale delle 20.45) e davanti a formazioni che hanno una rosa più competitiva e ambizioni di alta classifica, come Fiorentina, Milan, Lazio ed Udinese.

Merito di Mandorlini, rimasto al timone della squadra dopo la fantastica promozione della scorsa stagione e agli innesti di qualche buon giocatore, su tutti Luca Toni e Iturbe. Proprio l’argentino è diventato in poche partite oggetto del desiderio delle più grandi squadre italiane ed europee. Arrivato in prestito con diritto di riscatto dal Porto il giovane si è messo in luce in questo avvio di stagione, disputando 4 partite e realizzando due reti, contro Livorno e Bologna.

Andrea Mandorlini

Per acquistare la totalità del cartellino a fine stagione servono 15 milioni, troppi forse per le casse degli scaligeri, che potrebbero però allearsi con una grande squadra per comprare il giocatore, chiedendo poi di poterlo trattenere un’altra stagione, prima del naturale passaggio in un top team.

Potrebbe regalarselo Thohir, come primo investimento della sua proprietà: il ragazzo è giovane e talentuoso, conviene riuscire a metterci le mani sopra prima che il prezzo salga a livelli che le squadre italiane non possono più permettersi. Si dice che durante il calciomercato estivo sia arrivata una telefonata dal Portogallo direttamente dal figlio del Presidente del Porto, che trattiene ottimi rapporti con Branca ed Ausilio, che proponeva ai nerazzurri di prendere Iturbe in prestito. Proposta rifiutata, per poter dare spazio agli altri giovani arrivati davanti come Icardi e Belfodil. Certo che se quella telefonata arrivasse oggi…

TUTTO SU INTER-VERONA

Leggi anche–> Iturbe scarta i nerazzurri e sogna la Juventus

Leggi anche–> Inter-Verona: precedenti e statistiche

Leggi anche–> Thohir: “Presto più spazio ai nostri giovani talenti”