Intervista a Cambiasso: "Mancini? Mentalità vincente. Con Mou è arrivata la Champions"

Esteban Cambiasso, centrocampista argentino 33enne dell’Inter, ha parlato in un’intervista rilasciata al quotidiano algerino “Le Buteur” di Inter a tutto spiano ma soprattutto si è soffermato sugli allenatori che secondo lui hanno inciso maggiormente nella squadra, mentre lui era alla guida del zona nevralgica del gioco: il centrocampo.

Il Cuchu elogia in particolare, il gran lavoro svolto da Mancini, in grado di inculcare ad Appiano Gentile una mentalità vincente che è stata il viatico da allora in poi per i successi nerazzurri e la belle époque dal 2005 al 2010, culminata con la Champions alzata a Madrid nel 2009-2010: Al mio arrivo qui, ho trovato Roberto Mancini, che credo abbia fatto un lavoro fantastico. Arrivò in un momento in cui l’Inter non non vinceva nulla da diverse stagioni, e grazie a lui abbiamo vinto molti titoli, non so esattamente quanti, ma so che avevamo vinto tre scudetti consecutivi ma anche una Coppa Italia e una Supercoppa. Per me, Roberto Mancini ha trasformato la mentalità dell’Inter trasformando una squadra abituata a perdere in una squadra che non tollera la sconfitta. Dopo è arrivato Mourinho e abbiamo fatto un ulteriore salto in avanti e siamo riusciti a vincere la Champions League,  un sogno che il club coltivava da 45 anni. Entrambi gli allenatori mi hanno influenzato personalmente e hanno segnato la storia dell’Inter . Non posso dimenticare il contributo di Leonardo che ha gestito un periodo molto difficile, il post-Mourinho e Benitez . E’ stato in grado di dare uno spirito alla squadra e vincere un altro titolo, la Coppa Italia”.

Come dargli torto? Grazie al Mancio e al contributo prezioso di un allenatore in seconda come Sinisa Mihajlovic, preziosissimo soprattutto nel lavoro di gestione di spogliatoio da sempre ricco di campioni e complicato come quello nerazzurro, l’Inter ha vinto tutto quello che c’era da vincere in Italia. Poi arrivò lo Special One e anche la Coppa dalle grandi orecchie è finita nella bacheca di Corso Vittorio Emanuele. Mica male!!

Leggi anche -> Intervista Oriali: “Il Triplete di Mourinho è frutto anche del lavoro di Mancini”

Leggi anche -> Mancini su Mourinho: “Non sono inferiore a lui, ha vinto grazie a me”