Intervista a Mazzola: "Sfida col Torino importantissima. Mazzarri sta facendo il massimo"

L’ex bandiera nerazzurra, oggi commentatore sportivo, Sandro Mazzola, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di FcInterNews, in cui affronta svariati argomenti, a partire dal match che questo pomeriggio attende l’Inter, impegnata a San Siro contro il Torino di Ventura. “A parer mio sarà una gara difficilissima, tanto complicata quanto importante. Sarà una gara molto dura, determinante a livello di classifica. Penso che, in caso di vittoria contro i granata, il Campionato dell’Inter potrà assumere aspirazioni diverse da qui alla fine”.

Sul tecnico nerazzurro Walter Mazzarri e il lavoro svolto finora, l’ex attaccante interista e della Nazionale, ha affermato: “Ritengo che abbia fatto il massimo in base alle potenzialità degli uomini a disposizione. Facendo una previsione, penso che l’Inter arriverà quinta. Finendo in questa posizione, confermerei il tecnico, ma deve arrivare almeno il quinto posto, posizione minima”.

Quanto al neo acquisto del mercato di Gennaio, il brasiliano Hernanes, Mazzola ha un pensiero per certi versi discordante con il resto dei suoi colleghi: “Non lo reputo un giocatore così tanto decisivo, È un uomo capace di trattare la palla, forte tecnicamente, gioca per la squadra, ma non è insostituibile”.

Infine, sulla situazione che riguarda il futuro di Capitan Zanetti, che proprio ieri ha incontrato il Presidente Erick Thohir, l’ex nerazzurro ritiene che si siano fatti degli errori da parte della società: “La ritengo una situazione totalmente sbagliata, soprattutto a livello tempistico. Sarebbe stato opportuno affrontare la questione molto prima, anticipando di gran lunga i tempi, senza arrivare a questo punto”.

Mazzola pensa, inoltre, che a questo punto, la cosa migliore sarebbe proporre all’argentino “Un anno con una sorta di ‘doppio incarico’. Mi spiego meglio, proporrei a Zanetti una stagione da giocatore-dirigente, un anno di transizione in attesa di diventare elemento della società a tutti gli effetti, a partire dalla stagione successiva. In campo non sarebbe titolare, giocando anche poco, ma in tal modo inizierebbe a ‘respirare’ l’aria della scrivania”.

Leggi anche -> Mazzola: “Striscione del derby di Torino vergognoso. Vanno prese decisioni drastiche”