Intervista a Roberto Mancini: "Avrei voluto Cavani quando allenavo l'Inter"

L’ex tecnico dell’Inter Roberto Macini, attualmente disoccupato dopo essere stato silurato dal Manchester City col quale ha però ancora un contratto in essere, torna a parlare dei nerazzurri, in un’intervista rilasciata a Quotidiano Nazionale, riguardo la partita di sabato scorso contro la Juventus, il nuovo allenatore Mazzarri, la telenovela con Thohir e alcuni retroscena riguardanti il mercato al tempo in cui allenava la squadra milanese.

Della partita contro la Juve l’allenatore di Jesi afferma di aver visto una buona Inter: “La Juve dà l’impressione di essere padrona dei propri mezzi e, se decide di attaccare, può far gol in qualsiasi momento. L’Inter è giovane, in costruzione: l’ho vista bene”
Parla poi del tecnico di San Vincenzo, anche in base alle dichiarazioni rilasciate su di lui dal Presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis:E’ bravo ed esperto. Era chiaro che ci avrebbe messo del suo, dando logica alla squadra. Però credo che anche i giocatori volessero e dovessero dimostrare qualcosa. E’ chiaro che più giochi in Europa o alleni all’estero, più acquisisci esperienza.  Non mi pare così cattiva l’uscita di De Laurentiis. Detto questo, Mazzarri in Champions ha fatto benissimo in passato“.

Walter Mazzarri

Sulla vicenda Thohir:  “Conoscendo Moratti e l’amore che la sua famiglia ha per l’Inter, da suo papà a oggi, non credo sia facile per lui farlo. Considerando questa passione, se lo farà è perché potrebbe aver individuato la persona giusta”. Infine, una dichiarazione sui calciatori che avrebbe voluto in forza all’Inter al tempo in cui l’allenava: “I giocatori buoni costano tanto, ma il rischio di perdere c’è sempre.  Però è imprescindibile che servano per vincere. Pensi che Cavani lo volevo quando ero all‘Inter, in tempi non sospetti. Marquinhos e Lamela ho provato a prenderli l’anno scorso, la Roma non volle venderli”.

Leggi anche –> Biglietti Sassuolo-Inter: Prezzi, Info e Modalità d’Acquisto

Leggi anche –> Notizie Inter, Campagnaro sorpresa di inizio stagione