Italia, 80 anni fa la Nazionale vinceva il primo Mondiale

10 giugno 1934 – 10 giugno 2014. Sono trascorsi esattamente 80 anni, ma quella data è rimasta salda e indelebile nei cuori degli italiani: per la prima volta nelle sua storia, infatti, la Nazionale Italiana si aggiudicò il primo titolo Mondiale e lo fece nella sua terra, l’Italia.

All’epoca le Nazionali partecipanti erano sedici, si partiva dagli ottavi, non esistevano i rigori (se al termine dei supplementari il risultato era di parità, la partita veniva disputata nuovamente), in Italia c’era il Fascismo e il calcio non era così popolare. Le differenze sono nette, ma gli elementi in comune non mancano. La Nazionale Italiana non partiva e non parte tra le favorite e, così come tra i convocati del Ct Vittorio Pozzo, il blocco principale degli Azzurri di Cesare Prandelli è composto dai giocatori della Juventus. Coincidenze che lasciano ben sperare, ma ripercorriamo il cammino della Nazionale ai Mondiali in Italia del 1934.

L’Italia inaugurò in grande stile il suo Mondiale, vincendo la prima partita, quella contro gli Stati Uniti, per 7-1, ma il suo cammino poi fu in salita. Il match contro la Spagna si concluse sull’1-1, la partita venne rigiocata e vinta di misura (1-0) dall’Italia. Seguirono la vittoria in semifinale contro l’Austria, ancora per 1-0, e la finale: Italia-Cecoslovacchia. Il titolo si decise ai supplementari grazie al gol di Schiavo, ma i tempi regolamentari videro inizialmente in vantaggio la Cecoslovacchia che condusse i giochi fino all’80’, minuto in cui Orsi portò il risultato sull’1-1 e aprì le porte ai supplementari e alla vittoria dell’Italia che si laureò per la prima volta campione del mondo.

Ottant’anni dopo l’Italia vola in Brasile, il Mondiale non è ancora iniziato e di titoli la Nazionale ne ha già vinti 4 (1934, 1938, 1982, 2006), ma la voglia di vincere e di ergersi ancora sul tetto del mondo, quella continua ad esserci e a motivare gli Azzurri che, contro ogni pronostico, proveranno a vincere ogni scetticismo per tornare, oggi come allora, campioni del mondo. 

TUTTE LE NOTIZIE SUI MONDIALI IN BRASILE

Leggi anche: