Italia, Candreva: "Juventus? Sono arrivato troppo presto"

Grande stagione con la Lazio, al punto da finire nel mirino del PSG, valutazione di 35 milioni di euro, strepitosa prestazione con l’Italia al Mondiale contro un avversario del calibro dell’Inghilterra.

MIGLIORI INTEGRATORI PER DIMAGRIRE: ORA IN OFFERTA SPECIALE
CLICCA QUI


Antonio Candreva sta vivendo sicuramente il momento più bello della sua carriera, e non intende fermarsi, come sottolinea nell’ intervista a Calcio 2000: “Voglio Mondiale, Scudetto e Champions; perchè non esagerare con i sogni? La Lazio e l’Italia sono il mio presente, il campionato del Mondo in Brasile è una grande opportunità. E’ stato mio padre a farmi capire cosa avrei dovuto fare nella vita, una figura fondamentale per me. I miei idoli? Zidane e Kakà su tutti“.

Il centrocampista parla anche della sua avventura sfortunata alla Juventus, e del suo inizio difficile con la Lazio: “La Juve? Forse sono arrivato in bianconero troppo presto. Di me si dicevano tante cose, su tifo, appartenenza e altro su cui è già stato detto, scritto e raccontato tutto. La verità è che volevo dimostrare chi ero e chi potevo essere e non mi sono tolto nessun sassolino dalla scarpa. Anzi. È un’avventura splendida quella che ho vissuto sinora in maglia biancoceleste“.

Leggi anche–>Sanchez alla Juve? La fidanzata vuole trasferirsi a Torino
Leggi anche–>Pirlo: “Addio alla Nazionale dopo il Mondiale”