Italia-Giappone 4-3, Rimonta azzurra contro Zaccheroni

Si sono affrontate a viso aperto ieri notte Italia e Giappone, ma è quest’ultima ad uscire dall’Arena Pernambuco con qualche rimpianto e con la soddisfazione di aver creato più occasioni. Per Zaccheroni la soddisfazione di aver finalmente visto Kagawa e Honda giocare come solo loro sanno fare e più che meritati sono gli applausi per i due alla fine di una partita che ha visto gli azzurri ribaltare un passivo da 0-2 a 4-3.

A risolvere la partita per gli azzurri Sebastian Giovinco che all’ 86esimo insacca su assist di Marchisio e porta l’Italia avanti. Si è dunque visto sul campo un avversario spigoloso che ha attaccato gli azzurri con un pressing e delle ripartenze asfissianti, che però questa volta ha visto l’ Italia organizzare e gestire una partita che oramai sembrava persa.

Emanuele Giaccherini

 

L’Italia dunque vola in semifinale e incontrerà nella prossima partita di Sabato il Brasile  solo per decretare la prima del girone. Il 2-0 secco rifilato al Messico non rende giustizia alla netta supremazia dei verdeoro che nemmeno a pensarci hanno goduto nuovamente delle giocate talentuose del neoacquisto del Barcellona Neymar. Grande dimostrazione di carattere degli azzurri che ancora una volta dimostrano di non aver preso sottogamba questa Confederations Cup.

Leggi anche –> Confederations Cup, L’Italia contro il Giappone di Zaccheroni