Juve, Llorente non è in crisi: il lavoro c'è, i gol arriveranno

No, amici miei, Fernando Llorente non è in crisi. Non ascoltate chi pretende (o cerca) di farvi credere il contrario. Fernando Llorente non è in crisi perchè, a discapito di quanto si possa pensare, il compito principale di un attaccante non è solo quello di fare gol.

Per capire la situazione attuale del bomber di Pamplona bisogna fare un salto nel passato e tornare indietro di 365 giorni, quando il gigante buono della Juventus collezionava critiche e panchina, panchina e critiche. Lo stesso Max Allegri, in una recente intervista, ha fatto riferimento all’inizio dello scorso campionato per focalizzare la situazione di Llorente: “Lo scorso anno Nando ha faticato nelle prime settimane di campionato – ha spiegato Allegrima poi la forma migliore è arrivata“.

Sarebbe estremamente riduttivo, però, ridurre l’astinenza del “Re Leone” ad un semplice fattore temporale od a una preparazione eccessivamente pesante. La verità è che Fernando Llorente si è immedesimato al meglio nel ruolo di “torre” d’attacco, il cui compito, come dicevamo precedentemente, non è solo quello di fare gol. Nando è un centravanti di peso, bravo a fare a sportellate con i difensori avversari (che, per la cronaca, sembrano essere tutt’altro che mingherlini), ma soprattutto è bravo a crearsi spazio tra le linee Maginot delle altrui retroguardie.

Spesse volte ci è capitato di vedere palloni tradizionalmente spizzati dall’ex centravanti del Bilbao, che da bomber può dunque diventare assistman nel giro di una frazione di secondo. E’ il classico lavoro sporco, quello che notano in pochi, specie quando a farlo è uno che di solito si occupa di gonfiare la rete. Ma destreggiarsi tra le maglie di chi si difende in otto (a volte anche in 9) è estremamente difficile, anche per una squadra come la Juventus. A meno che non ci sia un ragazzone di un metro e novanta per novanta chili a fare il lavoro sporco.

Leggi anche –> Numeri a confronto: Allegri meglio di Conte

Leggi anche –> Moviola Juve-Malmoe: gol annullato a Llorente era regolare