Juve-Milan, Sky sotto accusa: la replica di Caressa e D'Amico

Il dibattito nato dopo Juve-Milan non ha coinvolto solo le due società, ma anche Sky, emittente televisiva, è finita sotto accusa. Adriano Galliani ha infatti ritenuto false le immagini diffuse da Sky e riguardanti la posizione di fuorigioco di Carlitos Tevez in occasione del gol dell’1-0. A replicare alle infamanti accuse della società rossonera ci hanno pensato Ilaria D’Amico e Fabio Caressa, giornalisti Sky che hanno difeso il loro operato e la loro professionalità.

Il Milan, tramite un tweet, ha sottolineato che la linea tracciata da Sky non fosse parallela. Se guardate il taglio dell’erba, esso è parallelo, non lo è nell’immagine perché la linea si muove. L’ho spiegato pure a mia figlia, con la differenza che lei va alle medie”, è stata la risposta di Fabio Caressa alle accuse mosse dall’Ac Milan. Ilaria D’Amico ha invece tenuto a sottolineare: “La nostra buona fede e la nostra professionalità non può essere messa in discussione da nessuno. Nessuno può imporci di commentare le gare in un modo o in un altro. Può essere commesso un errore o ci può essere un punto di vista parziale, come è normale”.

Infine i due giornalisti Sky hanno voluto ricordare come il posizionamento delle telecamere è stato deciso dalla Lega Serie A e Sky si attiene al regolamento emanato da quest’ultima a inizio stagione: “Il posizionamento delle telecamere – ricorda Caressaviene deciso dalla Lega a inizio stagione e quelle dello Juventus Stadium sono così posizionate”; “La Lega emana un regolamento delle produzioni – sottolinea Ilaria D’Amico a cui sia gli operatori del settore sia i club devono attenersi per non incorrere in sanzioni”. Le accuse del Milan sono dunque infondate.

Leggi anche: