Juve, Pirlo non ha dubbi: "Conte il miglior allenatore che abbia mai avuto"

Che Antonio Conte fosse uno dei migliori tecnici in circolazione lo sapevamo già, lo hanno confermato i Soccer Awards, che lo hanno incoronato miglior allenatore del 2013, ma soprattutto lo hanno dimostrato i titoli conquistati sulla panca della Juventus, che nel giro di pochi mesi, sotto la guida del Mister leccese, è passata da settima forza del campionato a regina indiscussa del calcio italiano.

Certo però che quando oltre a titoli e riconoscimenti arrivano i complimenti di uno che si chiama Pirlo Andrea e da quasi un decennio è il miglior playmaker al mondo, la storia si fa ancor più interessante. Si perchè un conto è ricevere un riconoscimento, seppur a livello mondiale, un altro è incassare gli attestati di stima di un campione del calibro del numero 21 bianconero, uno che con Antonio Conte ci lavora ininterrottamente da quasi tre anni, e insieme a lui ha contribuito a tessere la tela della nuova Juventus.

È un grandissimo allenatore. Io ne ho avuti tanti, ma nessuno così meticoloso nel lavoro e bravo a spiegare le cose” confessa il centrocampista bresciano, stupito (ma forse neanche troppo) dalla fiscalità del proprio tecnico. Una cura e una meticolosità che poi trovano ampio riscontro sul campo, quando sul risultato fissato sul 3-0 lo Special One del Salento continua imperterrito a richiamare all’ordine i suoi.

Ma la leggittimazione più bella, da parte del “Mozart del centrocampo”, arriva quando scattano gli inevitabili paragoni con i mostri sacri del passato: “Dal punto di vista tattico e didattico Conte è perfino più bravo di Ancelotti e Lippi, che pure hanno tante qualità. Conte è un talento della panchina“.

Se lo conferma Andrea Pirlo, c’è davvero da stare tranquilli.