Juventus 2015: rinnovi, arrivi e partenze

Chiuso il mercato di gennaio con il colpo Osvaldo, in casa Juve si inizia a programmare il futuro. L’agenda di Marotta in questi giorni è fitta di impegni in quanto sono tanti i giocatori che andranno in scadenza nel 2015. Partendo dalla difesa, prima della fine di questa stagione si ridiscuteranno i contratti di Barzagli e Chiellini, tutti e due in scadenza nel 2015, ma considerati fondamentali nel progetto: per il primo ci sarà un prolungamento annuale, per il secondo si parla di rinnovo fino al 2017. Il reparto difensivo sarà comunque completato da un altro giocatore. Il pallino di Conte è Ranocchia e il tecnico lo chiede dall’estate del 2012, ma l’Inter ha sempre detto no: ora però la situazione è diversa e il difensore è finito ai margini del progetto nerazzurro tant’è che a gennaio è stato vicinissimo a vestire la maglia del  Galatasaray. Il suo contratto è in scadenza nel 2015 e ,qualora non dovesse rinnovarlo, Marotta tra sei mesi proverà a portarlo a Torino.

A centrocampo, se il rinnovo di Pirlo sembra ormai solo una formalità, un po’ più complessa è la situazione legata a Pogba.Il francese, com’è noto, fa gola ai top club di mezza Europa (Psg e Manchester United su tutte) e per questo la dirigenza vuole blindarlo il prima possibile. A breve le parti si incontreranno con Marotta pronto a mettere sul piatto un contratto fino al 2018 a 4 milioni a stagione. Inoltre il direttore generale è al lavoro per cercare di completare il reparto con un altro svincolato di lusso. Si tratta di Fernando, centrocampista brasiliano del Porto, con il quale il club lusitano sta trattando un rinnovo difficilissimo. Il giocatore piace tantissimo a Conte perché può giocare indifferentemente sia nel centrocampo a cinque sia nel centrocampo a tre e sarebbe il sostituto ideale di Vidal. Lo sforzo maggiore però sarà quello di regalare al tecnico un esterno per il 4-3-3: il primo della lista resta Nani del Manchester United per il quale la Juve si è già mossa negli ultimi giorni di gennaio senza però trovare terreno fertile. Le alternative, qualora dovesse fallire l’assalto al portoghese, restano Cerci e Biabiany. In uscita ci sono Padoin (Atalanta?) e Isla. Il cileno, in comproprietà con l’Udinese, non ha convinto nemmeno quest’anno e con l’offerta giusta può partire.

In attacco sicuri del posto sono solo Tevez e Llorente. Quagliarella e Vucinic partiranno sicuramente mentre Osvaldo dovrà guadagnarsi in questi mesi la sua permanenza a Torino. Se riesce a convincere Conte non ci saranno grandi colpi in attacco e si completerà il reparto con una tra Berardi e Gabbiadini; qualora non dovesse convincere si cercherà di prendere un attaccante di livello assoluto, con Mandzukic in cima alla lista dei desideri di Antonio Conte.