Juventus-Borussia Dortmund, Lippi: "Passano i bianconeri"

Le parole di Lippi a Tuttosport: “Passano il turno i bianconeri”. L’ex allenatore di Juventus e della Nazionale campione del Mondo, Marcello Lippi, ha rilasciato aTuttosport una lunga intervista in cui ha parlato della sfida di Champions League fra i bianconeri e il Borussia Dortmund e del momento che sta vivendo la Vecchia Signora.

A Lippi i ricordi di Dortmund sono più positivi che negativi: ” È vero che contro il Borussia abbiamo perso una finale di Champions League ma Dortmund mi ricorda più cose positive che negative. A Dortmund abbiamo vinto la semifinale del Mondiale e contro i gialloneri ci siamo qualificati due volte su due, tra Coppa Uefa e Champions, quella  che ci ha portato alla vittoria della coppa nella finale a Roma.”

L’ex allenatore della Juventus confronta la sua Juve con quella di Allegri: “Questa Juventus mi ricorda la mia nel ’94-’95. Eravamo in ricostruzione  e avevamo bisogno di autostima, sicurezza, caratteristiche che acquisimmo eliminando proprio il Dortmund e mettemmo le basi per vincere nel ’96. I bianconeri sono sempre stati superiori alla squadra tedesca e anche adesso è così. Credo che portano passare il turno”. 

Lippi, poi, spiega le parole di Allegri secondo cui “La concentrazione e la responsabilità devono essere al massimo”: “Allegri conosce i suoi giocatori, ha esperienza in Europa e sa che queste partite si vincono anche con la testa. I giocatori della Juventus sono maturi, esperti e hanno voglia di andare avanti in Champions League. Il Borussia è rinato e gli ultimi risultati lo dimostrano.”

L’allenatore toscano spiega quali sono i giocatori che la Juventus deve temere: “Sicuramente Reus, Mkhytarian, Aubameyang e lo stesso Immobile sono molto forti. Reus, dopo il rinnovo sembra essere tornato più forte di prima e la sua squadra sembra seguirlo prepotentemente. A me piace anche Mkhytarian, che la Juve sta seguendo per giugno, poiché è un buon giocatore, molto duttile.”

Secondo Lippi anche la Juventus ha grandi campioni: “Anche i bianconeri possono contare su grandi campioni. Buffon, Pirlo e gli altri nazionali. Pogba, Tevez che anche se ha detto che lascerà la Juventus nel 2016 è un grande professionista e da sempre tutto sé stesso; e può sempre cambiare idea. Anche Vidal è un campione ma in questo momento anche a causa dei tanti infortuni non lo sta dimostrando. L’Europa può fargli tornare stimoli e voglia di rivalsa.”

Infine, l’ex allenatore spiega il risultato migliore possibile da ottenere a Torino: “La Juventus, credo, abbia tutte le possibilità di passare il turno. Il risultato migliore sarebbe un 2-0, ma è molto difficile. L’importante è non prendere goal in casa perché il Westfalenstadion sarà una bolgia.”