Juventus-Chievo Verona, Allegri: "Non dobbiamo fare calcoli"

“La partita contro il Chievo Verona è un bivio, non dobbiamo fare calcoli, non importa essere ora a +5 o a +8, l’importante è essere primi a maggio“. Cosi Massimiliano Allegri nella conferenza stampa di vigilia di Juventus-Chievo Verona, riportata sulla Gazzetta dello Sport. Il match è in programma domani pomeriggio allo Juventus Stadium alle ore 15.00.

Sulla gara di domani: “Non sarà assolutamente semplice, il Chievo sta bene fisicamente, con la Fiorentina hanno avuto occasioni importanti, sono bravi in contropiede. Servirà molta intensità, poi noi abbiamo tutto da perdere da questa gara, perciò non dobbiamo fare calcoli. Sulla formazione, gli viene chiesto chi giocherà in attacco affianco a Tevez: “Morata ha fatto bene le ultime due e ha caratteristiche diverse da Llorente, comunque non c’è molta differenza di partite giocate fra tutti i giocatori della squadra. Su Pirlo, in dubbio per l’influnza: Lo valuto oggi, se è in buona condizione valuterò insieme a lui, abbiamo anche una partita mercoledì da giocare”.

Domanda di rito sulle visite di ieri di Conte e Raiola a Vinovo. Sull’allenatore della nazionale: “Una visita di routine, ho ricevuto lui come ho fatto con Prandelli quando ero al Milan. Quello degli stage è un problema della società, non ne ho mai discusso con nessuno. Su Raiola: “L’ho visto ieri di sfuggita“. Chiusura su Giovinco: “Per me è continuerà a essere un calciatore come tutti gli altri, non c’è alcun problema, sono sicuro che continuerà a dare il suo contributo alla causa”.

Leggi anche: Juventus-Chievo Verona, arbitra Massa di Imperia

Leggi anche: Serie A, Probabili formazioni: Juventus-Chievo (2014-2015)